Come aiutare le popolazioni colpite dal sisma tramite la Caritas diocesana.

Come aiutare le popolazioni colpite dal sisma tramite la Caritas diocesana.

Come aiutare le popolazioni colpite dal sisma tramite la Caritas diocesana.

/
/
/
Come aiutare le popolazioni colpite dal sisma tramite la Caritas diocesana.
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on twitter
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on twitter

In tutta Italia e nel mondo si è scatenata una grande rete di solidarietà a favore delle persone che vivono nelle zone della Valnerina colpite dai terremoti del 24 agosto, del 26 e del 30 ottobre. «Tutto ciò è molto consolante», afferma l’arcivescovo di Spoleto-Norcia mons. Renato Boccardo. Il Papa, numerosi Cardinali, tantissimi Vescovi, ma anche imprenditori, professionisti, preti, religiosi, religiose e laici hanno contattato il Presule per esprimere vicinanza e preghiera e per capire in che modalità si possono aiutare le persone che hanno perso la casa, il lavoro, i punti di riferimento spirituali e culturali.

 

L’Archidiocesi comunica che sarà la Caritas a coordinare la raccolta degli aiuti. Chi volesse collaborare con l’invio di generi di prima necessità, deve prima contattare gli operatori della Caritas al numero 0743-220485: loro forniranno le reali necessità della popolazione e ciò consentirà di avere la situazione costantemente sotto controllo, evitando così l’accumulo di enormi quantità di generi. La Caritas ha già predisposto due magazzini per la raccolta nella città di Spoleto. I volontari, poi, distribuiranno nelle varie comunità della Valnerina quanto ricevuto.

Infine, chi volesse contribuire economicamente, può effettuare un bonifico sul conto della Caritas diocesana, presso la banca Unicredit (agenzia di Spoleto), al seguente Iban: IT45M0200821804000104464843. Nella causale indicare “Terremoto Valnerina 2016”.

Dalla stessa rubrica...

ultime pubblicazioni

ultime pubblicazioni

Seguici su Facebook