Giornata di digiuno, processione penitenziale a Norcia e preghiera in tutte le chiese dell’Umbria per chiedere a Dio che si calmino le forze della natura

Giornata di digiuno, processione penitenziale a Norcia e preghiera in tutte le chiese dell’Umbria per chiedere a Dio che si calmino le forze della natura

Giornata di digiuno, processione penitenziale a Norcia e preghiera in tutte le chiese dell’Umbria per chiedere a Dio che si calmino le forze della natura

/
/
/
Giornata di digiuno, processione penitenziale a Norcia e preghiera in tutte le chiese dell’Umbria per chiedere a Dio che si calmino le forze della natura
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on twitter
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on twitter

«Il terremoto – scrive l’Arcivescovo in una lettera ai parroci della Diocesi – continua a scuotere le nostre terre e accresce nelle persone la tensione la paura, insieme con l’incertezza del futuro e forse anche lo scoraggiamento. Tutti, nelle diverse zone della nostra Diocesi, abbiamo esperimentato la paura e la precarietà e tanti portano le conseguenze di questi eventi dolorosi. Per questo, sentiamo ancora il bisogno di elevare tutti insieme a Dio onnipotente una preghiera accorata e confidente perché si calmino le forze della natura e sia restituito alle nostre popolazioni un tempo di serenità e di pace». 

Alla preghiera che si farà in tutte le chiese dell’Umbria domenica 29 gennaio (leggi la notificazione del Cardinale presidente della Conferenza Episcopale Umbra Gualtiero Bassetti), l’archidiocesi di Spoleto-Norcia aggiunge anche un gesto di penitenza: venerdì 27 gennaio tutti gli uomini e le donne di buona volontà della Chiesa sono invitati ad unirsi al vescovo Renato per una giornata di digiuno. «Sarà segno di solidarietà – afferma mons. Boccardo – verso chi è provato nel corpo e nello spirito, un grido che sale al Cielo per chiedere misericordia, tranquillità e sicurezza…». La giornata del 27 gennaio si concluderà con una celebrazione di preghiera alle 21.00 presso la palestra del Sacro Cuore a Spoleto.

Sabato 28 gennaio, poi, alle 15.30 a Norcia, intorno alle mura, si terrà una processione penitenziale presieduta dal Vescovo con la venerata immagine della Madonna Addolorata, estratta dalle macerie della sua chiesa. «Alla intercessione della Madre del Signore – scrive mons. Boccardo – affideremo fiduciosi il nostro presente e il nostro futuro e le chiederemo di ottenerci difesa e protezione dalle calamità naturali e di non stancarci di guidarci all’incontro con Cristo, via, verità e vita». 

ultime pubblicazioni

ultime pubblicazioni

Seguici su Facebook