La Chiesa di Spoleto-Norcia celebra l’Assemblea Sinodale per ascoltarsi, discutere, pregare e decidere.

La Chiesa di Spoleto-Norcia celebra l’Assemblea Sinodale per ascoltarsi, discutere, pregare e decidere.
Assemblea thumb

La Chiesa di Spoleto-Norcia celebra l’Assemblea Sinodale per ascoltarsi, discutere, pregare e decidere.

/
/
/
La Chiesa di Spoleto-Norcia celebra l’Assemblea Sinodale per ascoltarsi, discutere, pregare e decidere.
Assemblea thumb
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on twitter
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on twitter

La nostra Chiesa diocesana domenica 16 ottobre si riunisce in assemblea in Cattedrale per confrontarsi sul nuovo anno pastorale 2016-2017 che si avvia e che sarà caratterizzato dall’Assemblea sinodale sul tema “Per una Chiesa abitata dalla gioia del Vangelo”.

 

L’Assemblea Sinodale è la risposta della Chiesa di Spoleto-Norcia all’invito che papa Francesco ha lanciato al convegno ecclesiale di Firenze il 10 novembre 2015: «…in ogni comunità, in ogni parrocchia e istituzione, in ogni Diocesi e circoscrizione, in ogni Regione, cercate di avviare, in modo sinodale, un approfondimento della Evangelii gaudium, per trarre da essa criteri pratici e per attuare le sue disposizioni….Sono sicuro della vostra capacità di mettervi in movimento creativo per concretizzare questo studio. Ne sono sicuro perché siete una Chiesa adulta, antichissima nella fede, solida nelle radici e ampia nei frutti. Perciò siate creativi nell’esprimere quel genio che i vostri grandi, da Dante a Michelangelo, hanno espresso in maniera ineguagliabile. Credete al genio del cristianesimo italiano, che non è patrimonio né di singoli né di una élite, ma della comunità, del popolo di questo straordinario Paese».

Venerdì 6 maggio 2016 a Baiano di Spoleto si è tenuto, alla presenza dell’Arcivescovo, l’incontro congiunto dei Consigli diocesani Presbiterale e Pastorale per definire «una progettualità che guardi al futuro e sospinga verso di esso il presente, facendo tesoro del passato» (mons. Renato Boccardo, Omelia Messa Crismale 2016). I membri dei due consigli, dopo la preghiera del Vespro, si sono suddivisi in quattro gruppi identificati con i nomi dei Santi Ponziano, Benedetto, Rita e Chiara della Croce.

Hanno esaminato una bozza di documento basata sulla Evangelii gaudium ed elaborata dagli Uffici pastorali della Curia che si sono riuniti per due mattine (30-31 marzo 2016) nella casa di preghiera delle Suore della Sacra Famiglia a Collerisana. La suddetta bozza era suddivisa in quattro capitoletti, ciascuno con delle piste per la riflessione: “Per una Chiesa in ascolto, riscoprire il fondamento”, “Per una Chiesa in comunione, rafforzare il senso di appartenenza”, “Per una Chiesa accogliente, diventare riparo per gli affaticati e gli oppressi”, “Per una Chiesa in uscita, incrociare le strade degli uomini”. Ogni gruppo ha analizzato e approfondito la bozza e per ciascun capitoletto ha formulato una serie di domande/proposte che soo divenute la base dello strumento di lavoro dell’Assemblea Sinodale redatto dal Comitato preparatorio.

La Chiesa di Spoleto-Norcia, dunque, intraprende la strada che papa Francesco, dopo il convegno ecclesiale di Firenze, ha ben delineato anche nell’omelia della Messa a Santa Marta il 28 aprile 2016: riunirsi, unirsi insieme, ascoltarsi, discutere, pregare e decidere. E questa è la cosiddetta sinodalità della Chiesa, nella quale si esprime la comunione della Chiesa. E chi fa la comunione? È lo Spirito! Un’altra volta il protagonista. Cosa ci chiede il Signore? Docilità allo Spirito. Cosa ci chiede il Signore? Non avere paura, quando vediamo che è lo Spirito che ci chiama».

Dalla stessa rubrica...

Seguici su Facebook

Dalla stessa rubrica...

ultime pubblicazioni

ultime pubblicazioni

Seguici su Facebook