Profughi e migranti: accendi una Lanterna Verde nella tua casa. La nota dell’Arcivescovo.

Profughi e migranti: accendi una Lanterna Verde nella tua casa. La nota dell’Arcivescovo.

Profughi e migranti: accendi una Lanterna Verde nella tua casa. La nota dell’Arcivescovo.

/
/
Profughi e migranti: accendi una Lanterna Verde nella tua casa. La nota dell’Arcivescovo.
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on twitter
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on twitter

Le cronache di questi giorni ci parlano della tragica situazione dei profughi e migranti al confine tra Bielorussia e Polonia, che viene ad aggiungersi a quella di tanti altri in balia delle onde del Mar Mediterraneo. Ancora una volta ci troviamo di fronte a dati e fatti che documentano il tradimento dei princìpi su cui era stata edificata l’Unione Europea, che dovrebbe essere Comunità di popoli e patria di una solidarietà vera e ben regolata, esemplare in un mondo segnato da esclusioni, ingiustizie e disuguaglianze; casa di una solidarietà viva in particolare nei confronti di coloro – uomini, donne e bambini – che non hanno più nulla, né la terra dove sono nati, né un luogo dove andare e dove stare. È una paralizzante conseguenza del virus anti-solidale che purtroppo intossica la politica complessiva del Vecchio Continente e, in diversi Paesi, condiziona persino politici che rivendicano nella propria azione un’intenzione cristiana (dimenticando forse che il cristianesimo non si esibisce ma si dimostra vivendolo).

Dentro questa notte d’Europa che contraddice proclami e impegni solennemente umanitari e semplicemente civili, ci sono tuttavia segni che rincuorano, anche se non bastano a cambiare il corso degli eventi. Tra questi, il più intenso e potenzialmente contagioso sono le Lanterne Verdi, le luci colorate accese nelle loro case, vicino al confine bielorusso, da famiglie polacche che sanno ancora che cos’è la civile ospitalità e cosa sono la giustizia e l’amore cristiano. E segnalano così ai migranti che si trovano al gelo che in quelle abitazioni potranno trovare un rifugio sicuro per la notte, un pasto caldo e una persona amica. Avvenire, L’Espresso e numerosi altri mezzi di comunicazione ne stanno dando puntuale notizia e raccontano come questa iniziativa si stia rapidamente diffondendo in diversi Paesi d’Europa per sollecitare in tutti un supplemento di umanità.

Sarebbe bello se anche da noi si diffondesse questa “ondata verde”, come manifestazione di un orientamento e di una volontà di bene. Propongo pertanto ai credenti e alle donne e agli uomini di buona volontà che abitano il nostro territorio diocesano ad accendere una Lanterna Verde a partire dalla sera dell’8 dicembre e fino a Capodanno nei presepi e alle finestre, sugli alberi natalizi e sui balconi, e anche nei social. Accendiamola ovunque si possa farla risplendere e parlare, con mitezza e fermezza. Luci «per», e non «contro». Luci “in alto”, come quelle che spero si accenderanno nei luoghi istituzionali. E luci “dal basso”, come quelle che spero tanti bambini e bambine costruiscano – come in serio gioco – con i loro genitori e i loro nonni, con i fratelli e le sorelle più grandi, con gli insegnanti e ogni altro educatore.

È vero: le Lanterne Verdi non riescono da sole a cambiare questa triste situazione, ma sovvertono l’oscurità e parlano di noi e della nostra vera legalità e umanità. Sarà davvero importante se in questa stagione tesa e amara una grande luce verde, fatta di tante piccole lanterne, riuscirà ad illuminare la notte dell’Europa e la sofferenza di uomini e donne avvolti dalla lunga e tragica “corona di filo spinato” intrecciata ai confini del Continente. E potrà indicare l’alba di un giorno nuovo, un giorno atteso, che ha radicalmente a che fare, per storia e per speranza, con la novità accesa dal Natale di Gesù.

 

Spoleto, 6 dicembre 2021

+ Renato Boccardo, Arcivescovo

Dalla stessa rubrica...

ultime pubblicazioni

ultime pubblicazioni

Seguici su Facebook

iscriviti alla newsletter dell’archidiocesi spoleto norcia

Rimani aggiornato sulle novità ed eventi importanti della nostra Diocesi.

stemma-archidiocesi-spoleto-norcia-bianco

archidiocesi spoleto norcia

© Archidiocesi di Spoleto-Norcia | Via Aurelio Saffi, 13 – 06049 Spoleto (PG)
Telefono: 0743.23101 | Fax: 0743.231036 | E-mail: segreteria@spoletonorcia.it

iscriviti alla newsletter dell’archidiocesi spoleto norcia

Rimani aggiornato sulle novità ed eventi importanti della nostra Diocesi.

stemma-archidiocesi-spoleto-norcia-bianco

archidiocesi
spoleto norcia

© Archidiocesi di Spoleto-Norcia | Via Aurelio Saffi, 13 – 06049 Spoleto (PG)
Telefono: 0743.23101 | Fax: 0743.231036 | E-mail: segreteria@spoletonorcia.it