Messa in suffragio del papa emerito Benedetto XVI. L’Arcivescovo: «Lo ringraziamo per aver guidato la Chiesa in un tempo movimentato».

Messa in suffragio del papa emerito Benedetto XVI. L’Arcivescovo: «Lo ringraziamo per aver guidato la Chiesa in un tempo movimentato».

Messa in suffragio del papa emerito Benedetto XVI. L’Arcivescovo: «Lo ringraziamo per aver guidato la Chiesa in un tempo movimentato».

/
/
Messa in suffragio del papa emerito Benedetto XVI. L’Arcivescovo: «Lo ringraziamo per aver guidato la Chiesa in un tempo movimentato».
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on twitter
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on twitter

Nel pomeriggio di lunedì 9 gennaio 2022 nella Basilica Cattedrale di Spoleto l’arcivescovo Renato Boccardo ha presieduto una Messa in suffragio del papa emerito Benedetto XVI.

Nell’omelia il Presule ha sottolineato come «in queste ultime settimane i media ci hanno saturati di immagini, analisi e commenti. E qualche silenzio in più non sarebbe stato fuori luogo. Siamo qui per dire grazie a Benedetto XVI che ha preso sulle spalle il peso di essere pastore universale di noi tutti. Oltre ai suoi grandi doni e talenti umani, intellettuali, morali e spirituali, è tutto il suo cuore che ha donato a Cristo, pastore delle nostre anime. E Cristo ha donato alla Chiesa Benedetto XVI per guidarla in un tempo movimentato. Ringraziamo Benedetto XVI di aver accettato di salire su questa barca in alto mare e di tenere il timone, mettendo le sue povere mani fragili nelle mani potenti del solo nocchiero della nave, Cristo Gesù. A Papa Benedetto premeva soprattutto che la gente potesse incontrare, conoscere ed amare sempre e di nuovo Cristo Gesù, “l’amato Signore”, come lo chiamava lui in tedesco; che i cristiani non dimentichino Cristo, non lo diano per scontato ma lo pongano al centro della loro vita. Per questo, a coronamento e frutto maturo di tutta la sua esistenza, dei suoi studi e delle sue ricerche, della sua preghiera, della sua riflessione e della sua contemplazione, ha voluto offrire alla Chiesa e al mondo, ormai da Papa, il suo libro, anzi i suoi libri, su Gesù. È stato prete, Vescovo e Papa che ha vissuto il ministero con serietà, lucidità, passione per l’unità della Chiesa: rigoroso nei pensieri, straordinariamente preciso, chiaro e incisivo nella predicazione e nella stesura dei documenti, ha condotto la Chiesa nella fedeltà al Signore. Un uomo che ha testimoniato una coerenza esemplare con la propria coscienza, una coerenza che lo ha reso limpido e fermo nelle scelte, disponibile anche all’inedito per testimoniare la sua fedeltà e responsabilità. E in quel “Signore ti amo”, che sono le sue ultime parole poco prima di spirare, è racchiuso il senso di tutta la sua vita».

Dalla stessa rubrica...

Seguici su Facebook

Dalla stessa rubrica...

ultime pubblicazioni

ultime pubblicazioni

Seguici su Facebook

iscriviti alla newsletter dell’archidiocesi spoleto norcia

Rimani aggiornato sulle novità ed eventi importanti della nostra Diocesi.

stemma-archidiocesi-spoleto-norcia-bianco

archidiocesi spoleto norcia

© Archidiocesi di Spoleto-Norcia | Via Aurelio Saffi, 13 – 06049 Spoleto (PG)
Telefono: 0743.23101 | Fax: 0743.231036 | E-mail: segreteria@spoletonorcia.it

iscriviti alla newsletter dell’archidiocesi spoleto norcia

Rimani aggiornato sulle novità ed eventi importanti della nostra Diocesi.

stemma-archidiocesi-spoleto-norcia-bianco

archidiocesi
spoleto norcia

© Archidiocesi di Spoleto-Norcia | Via Aurelio Saffi, 13 – 06049 Spoleto (PG)
Telefono: 0743.23101 | Fax: 0743.231036 | E-mail: segreteria@spoletonorcia.it