Messa dell’Arcivescovo al Santuario della Madonna della Valle di Bevagna per la II Giornata Mondiale dei Nonni e degli Anziani. Foto.

Messa dell’Arcivescovo al Santuario della Madonna della Valle di Bevagna per la II Giornata Mondiale dei Nonni e degli Anziani. Foto.

Messa dell’Arcivescovo al Santuario della Madonna della Valle di Bevagna per la II Giornata Mondiale dei Nonni e degli Anziani. Foto.

/
/
Messa dell’Arcivescovo al Santuario della Madonna della Valle di Bevagna per la II Giornata Mondiale dei Nonni e degli Anziani. Foto.
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on twitter
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on twitter

Nella vecchiaia daranno ancora frutti”: è il tema scelto da Papa Francesco per la II Giornata Mondiale dei Nonni e degli Anziani che si è tenuta in tutte le Diocesi domenica 24 luglio 2022. L’arcivescovo di Spoleto-Norcia mons. Renato Boccardo ha celebrato in tale occasione una Messa presso il Santuario della Madonna della Valle a Bevagna. Col Presule hanno concelebrato il vicario generale don Sem Fioretti e il parroco di Gualdo Cattaneo e Pomonte don Giovanni Cocianga. La liturgia è stata animata dal coro parrocchiale di Bevagna. Molti i fedeli presenti, tra cui il sindaco Anna Rita Falsacappa. Nell’omelia mons. Boccardo ha sottolineato che «pregare vuole dire mettersi in sintonia con Dio e non recitare delle formule. Gesù ci dice: quando pregate Dio chiamatelo “Padre” e non onnipotente, altissimo ecc… Chiamarlo papà dice delicatezza, confidenza, accoglienza, familiarità. C’è un rapporto di figliolanza con Dio e per questo possiamo chiedergli di intercedere per noi o in favore di qualcuno. Non sempre però ciò che per noi è necessario lo è davvero e spesso diciamo “Dio non mi ascolta”. Lui invece ci dà lo Spirito Santo che ci aiuta a comprendere il nostro vero bene e che ci sostiene anche nei momenti della prova, aiutandoci a scorgere anche in essi il disegno di salvezza». Poi, un pensiero ai nonni: «Sono chiamati a svolgere un ruolo prezioso nel sostegno delle loro famiglie; sono portatori di sapienza, testimoni di gioie e di fatiche, di speranze e di delusioni. Il loro aiuto è prezioso per i figlioli: spesso, infatti, si prendono cura dei nipotini, passando loro la sapienza di umanità e di fede che ha sostenuto la loro esistenza. Tutti siamo invitati però a non sfruttare i nonni perché fanno comodo, ma a comprendere il loro ruolo nella storia e nella società anche nel momento della fatica fisica, della vecchiaia e della malattia». Al termine della Messa, foto di gruppo sul sagrato del Santuario.

FOTO-GALLERY

Dalla stessa rubrica...

Seguici su Facebook

Dalla stessa rubrica...

ultime pubblicazioni

ultime pubblicazioni

Seguici su Facebook

iscriviti alla newsletter dell’archidiocesi spoleto norcia

Rimani aggiornato sulle novità ed eventi importanti della nostra Diocesi.

stemma-archidiocesi-spoleto-norcia-bianco

archidiocesi spoleto norcia

© Archidiocesi di Spoleto-Norcia | Via Aurelio Saffi, 13 – 06049 Spoleto (PG)
Telefono: 0743.23101 | Fax: 0743.231036 | E-mail: segreteria@spoletonorcia.it

iscriviti alla newsletter dell’archidiocesi spoleto norcia

Rimani aggiornato sulle novità ed eventi importanti della nostra Diocesi.

stemma-archidiocesi-spoleto-norcia-bianco

archidiocesi
spoleto norcia

© Archidiocesi di Spoleto-Norcia | Via Aurelio Saffi, 13 – 06049 Spoleto (PG)
Telefono: 0743.23101 | Fax: 0743.231036 | E-mail: segreteria@spoletonorcia.it