Festa della Famiglia 2016 – Resoconto pomeriggio. Musical di Madre Teresa, camminata verso il Duomo, annuncio del Giubileo, passaggio della Porta Santa e Celebrazione Eucaristica. Foto

Festa della Famiglia 2016 – Resoconto pomeriggio. Musical di Madre Teresa, camminata verso il Duomo, annuncio del Giubileo, passaggio della Porta Santa e Celebrazione Eucaristica. Foto

Festa della Famiglia 2016 – Resoconto pomeriggio. Musical di Madre Teresa, camminata verso il Duomo, annuncio del Giubileo, passaggio della Porta Santa e Celebrazione Eucaristica. Foto

/
/
/
Festa della Famiglia 2016 – Resoconto pomeriggio. Musical di Madre Teresa, camminata verso il Duomo, annuncio del Giubileo, passaggio della Porta Santa e Celebrazione Eucaristica. Foto
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on twitter
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on twitter

La Festa della Famiglia edizione 2016, dal tema “Misericordiando in Famiglia”, nel pomeriggio di domenica 17 aprile è proseguita con il musical sulla vita di Madre Teresa di Calcutta proposto dai ragazzi dell’Oratorio di Cortaccione di Spoleto. Lo spettacolo su questa grande donna, testimone contemporanea della misericordia, che verrà canonizzata da papa Francesco il prossimo mese di settembre, è stato un perfetto trade union tra la conferenza del mattino e la Messa del pomeriggio in Duomo. Al termine del musical, Vescovo e famiglie sono partiti alla volta di Piazza Duomo. Tre giovani famiglie – mamme, papà e figli – hanno portato lo striscione che caratterizza la Festa.

Una camminata tranquilla nelle strade principali della città che ha consentito una maggiore conoscenza tra i presenti. Giunti dinanzi alla Basilica Cattedrale le famiglie si sono sistemate a ridosso del Battistero; mons. Boccardo e i preti hanno indossato i paramenti liturgici e si è avviata la celebrazione con l’annuncio del Giubileo; si è poi entranti in chiesa varcando la Porta Santa della Misericordia. La celebrazione eucaristica è stata animata dal coro diocesano, diretto da Alessandra Natalini. Nell’omelia l’Arcivescovo si è così rivolto alle famiglie presenti: «Siete qui ognuna con la propria storia che è intessuta di momenti di gloria e di difficoltà. Insieme con voi, vorrei ricordare e pregare per quelle famiglie che vivono nell’incomprensione e nella divisione, per quelle “ricomposte” in un nuova unione, per quelle composte, per vari motivi, dalla sola mamma o dal solo papà che con fatica crescono i figliuoli. Nessuno è escluso dal pensiero di Dio». Poi, sul passaggio dalla Porta Santa: «Nel varcarla ci siamo fatti mendicanti dell’amore, della fedeltà e della misericordia del Signore, Pastore della nostra vita. Auspico che le famiglie di questa nostra Chiesa diocesana sappiano ascoltare, conoscere e seguire sempre più Gesù e le affido alla protezione materna di Maria». Al termine della celebrazione eucaristica, dopo l’affidamento delle famiglie alla Santissima Icone e prima della benedizione finale, mons. Boccardo ha lanciato una “sfida” alle mamme e ai papà: «Pregate affinché i vostri figli siano disposti ad accogliere una eventuale chiamata del Signore al sacerdozio o alla vita religiosa; avere un prete o una suora in casa non è una disgrazia. Ci conto!». 

[sfx api=”flickr” album=”72157667251185576″ private=”1″]

ultime pubblicazioni

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

ultime pubblicazioni

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

Seguici su Facebook