Festa di S. Francesco di Sales. L’Arcivescovo Boccardo ai giornalisti: «Siate sempre cercatori di verità». Visita al cantiere della Cattedrale.

Festa di S. Francesco di Sales. L’Arcivescovo Boccardo ai giornalisti: «Siate sempre cercatori di verità». Visita al cantiere della Cattedrale.

Festa di S. Francesco di Sales. L’Arcivescovo Boccardo ai giornalisti: «Siate sempre cercatori di verità». Visita al cantiere della Cattedrale.

/
/
/
Festa di S. Francesco di Sales. L’Arcivescovo Boccardo ai giornalisti: «Siate sempre cercatori di verità». Visita al cantiere della Cattedrale.
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on twitter
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on twitter

Lunedì 24 gennaio 2011 l’Arcivescovo Renato Boccardo ha incontrato i rappresentati della stampa locale nella festa di S. Francesco di Sales, patrono dei giornalisti. Appuntamento alle 11.00 nella Cappella delle Reliquie della cattedrale dove il Presule ha celebrato la Messa. All’altare con lui c’era il Vicario Generale e parroco della Cattedrale mons. Luigi Piccioli e don Simone Maggi vice parroco del Duomo. Tre giovani Frati Cappuccini hanno animato col canto la liturgia. Erano presenti una trentina di operatori dei mezzi della comunicazione. Nella sua omelia mons. Boccardo ha esortato i giornalisti ad essere cercatori di verità.

Fotogallery

«Voi avete una grande responsabilità nel formare il pensiero della gente. Oltre ad essere informatori, siate anche formatori, con coraggio e con una coscienza intelligente. A voi, cari giornalisti, è chiesto di avere gli occhi limpidi sulla società».

Al termine della celebrazione della Messa i giornalisti sono stati accompagnati nella visita al cantiere della Cattedrale. L’ing. Giuseppe Scatolini e Rolando Ramaccini della Coobec hanno illustrato i lavori di consolidamento e di recupero di alcune parti del Duomo: la Cappella del Santissimo Sacramento; la Cappella della Santissima Icone; la navata laterale destra; il campanile e la torre campanaria; la Cappella di S. Anna; la cripta di S. Primiano.

La Cappella del Sacramento (chiusa a seguito del terremoto del 1997) e quella della Santissima Icone (la meno danneggiata, chiusa da un anno e mezzo) torneranno al loro antico splendore: sono state già restaurate le tele ottocentesche, gli stucchi e le decorazioni; sono stati ripulite le pareti in marmo.

Interessante sarà scoprire la Cappella di S. Anna (chiusa da oltre 150 anni) e la cripta di S. Primiano, raro monumento altomedioevale e unico resto dell’antica sistemazione degli edifici della cattedrale. Nella cripta di S. Primiano sono visibili tracce di affreschi del IX secolo che, secondo studi approfonditi condotti con le più moderne tecnologie, potrebbero raffigurare la vita di S. Benedetto da Norcia e di sua sorella Scolastica. La cripta di S. Primiano non è mai stata aperta al pubblico. Questi tre luoghi verranno messi a circuito e torneranno ad essere uno degli spazi più significativi e suggestivi della Cattedrale e della città di Spoleto. Saranno di notevole interesse anche gli studiosi del settore e per i turisti.

I lavori interessano anche la navata laterale destra e i locali annessi: si sta intervenendo per il consolidamento murario e per rifacimento delle coperture.

Opere generali di consolidamento riguardano anche il campanile: consolidamento murario della torre, della cella campanaria, restauri e bonifica delle pareti della torre. Da sottolineare che la torre campanaria ha un’altezza pari ad un palazzo di quattro piani. Per la prima volta dopo secoli torneranno a suonare tutte le campane del Duomo.

I lavori sono iniziati il 23 giugno 2009. L’inaugurazione è in programma per l’8 dicembre 2011. L’importo d’appalto ammonta complessivamente a 3.495.229,00 euro. I giornalisti hanno ringraziato l’Arcivescovo per la splendida giornata vissuta, per le parole rivolte loro nell’omelia e per la possibilità concessa di visionare in anteprima i lavori che stanno interessando il principale monumento della città: la Cattedrale di S. Maria Assunta.

ultime pubblicazioni

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

ultime pubblicazioni

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

Seguici su Facebook