Assunta 2023: solenne Atto di affidamento della Diocesi alla Vergine Maria. Le parole dell’Arcivescovo. Foto. Video.

Assunta 2023: solenne Atto di affidamento della Diocesi alla Vergine Maria. Le parole dell’Arcivescovo. Foto. Video.

Assunta 2023: solenne Atto di affidamento della Diocesi alla Vergine Maria. Le parole dell’Arcivescovo. Foto. Video.

/
/
Assunta 2023: solenne Atto di affidamento della Diocesi alla Vergine Maria. Le parole dell’Arcivescovo. Foto. Video.

La sera di domenica 13 agosto 2023 nella Basilica Cattedrale di Spoleto l’arcivescovo Renato Boccardo ha presieduto un solenne atto di affidamento a Maria della Diocesi e di tutte le comunità che la compongono. Ciò è avvenuto nel cuore dell’anno giubilare (ottobre 2022-ottobre 2024, ndr) indetto per l’825° anniversario del Duomo spoletino e nella solennità dell’Assunta, titolare proprio della Cattedrale e patrona dell’Archidiocesi.

FOTO-GALLERY

«L’anno del Giubileo – afferma mons. Boccardo – ha visto nei mesi scorsi il pellegrinaggio delle diverse categorie del popolo di Dio in Duomo: prego e spero che i diversi incontri e le liturgie celebrate abbiano contribuito e ancora contribuiscano a rafforzare il legame di appartenenza e dedizione dei credenti alla Chiesa locale. Questa sera affideremo alla Vergine le intenzioni, le urgenze, le paure e le difficoltà, le domande e le speranze di ciascuno». Ogni parrocchia era rappresentata dai rispettivi parroci e da una delegazione di fedeli. Al centro del presbiterio c’era la Santissima Icone donata a Spoleto da Federico Barbarossa nel 1185 in segno di pace e riconciliazione dopo che aveva distrutto la città; la tradizione afferma che sia stata dipinta da S. Luca ed è annoverata tra le immagini mariane del tipo della Paraklisis o della “intercessione”. Vescovo, presbiteri e fedeli hanno affidato ad essa, in modo particolare, la Chiesa diocesana di Spoleto-Norcia affinché – ha detto mons. Boccardo – «la sua bellezza non sia offuscata mai da un cristianesimo rassegnato e smorto; trasparente al Vangelo, assuma con coerenza ed entusiasmo la missione di annunciare, celebrare e servire il tuo Figlio Gesù, via, verità e vita del mondo». La diocesi spoletana-nursina è arrivata a questo solenne atto di affidamento “fresca” della riforma della presenza e dell’azione pastorale sul territorio con il passaggio da 71 parrocchie a 16 Pievanie LEGGI QUI. E alla Vergine è stata chiesta la sua potente intercessione per questo rinnovato slancio missionario, per far sì che «le nostre Pievanie – ha detto il Presule – diventino luogo e strumento di vita fraterna, affinché la gioia della Buona Novella sia da tutti conosciuta, esperimentata e amata».

CLICCA QUI PER SCARICARE IL SOLENNE ATTO DI AFFIDAMENTO

 

Dalla stessa rubrica...

ultime pubblicazioni

ultime pubblicazioni

Seguici su Facebook