Statuto Curia – Parte Prima

Statuto Curia – Parte Prima
Page 3

Statuto Curia – Parte Prima

/
/
/
Statuto Curia – Parte Prima
/
Page 3
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on twitter
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on twitter

 

3. DIREZIONE DELLA CURIA

3.1  il Moderatore della Curia

§ 1. La direzione della Curia spetta al Moderatore della Curia, a norma del can. 473, § 2. Essa riguarda anzitutto l’organizzazione, il funzionamento e il coordinamento dell’intera struttura.

§ 2. Il Moderatore della Curia individua ed analizza i bisogni dei diversi Uffici ed amministra oculatamente le risorse e gli strumenti a disposizione della Curia stessa.

§ 3. D’intesa con l’Arcivescovo, il Moderatore della Curia presiede periodicamente delle riunioni plenarie di tutto il personale, occasione propizia per una migliore sintonia tra i diversi Uffici, uno scambio di informazioni, un proficuo confronto circa la conduzione generale della Curia.

3.2  i vicari episcopali

§ 1. Il Vicario Episcopale condivide con l’Arcivescovo e con gli altri Vicari, riuniti in Consiglio Episcopale, le responsabilità di governo pastorale nei confronti dell’intera Archidiocesi.

§ 2. I Vicari episcopali curano un determinato territorio (Vicariato) dell’Archidiocesi, provvedendo ad assicurare, secondo le disposizioni dell’Arcivescovo, un efficace coordinamento dell’azione pastorale nel territorio loro affidato, per il necessario sostegno alle attività delle parrocchie e delle altre realtà ecclesiali.

§ 3. Nella nomina di ciascun Vicario Episcopale sono individuate le realtà che costituiscono l’ambito della sua competenza (cf § 1) e sono precisati gli eventuali incarichi, mandati speciali o deleghe.

3.3  i delegati dell’arcivescovo

I Delegati dell’Arcivescovo seguono a suo nome e per suo incarico un particolare settore della vita diocesana (cf cann. 137-138). Le loro competenze sono definite nel Decreto di nomina.

3.4  i direttori degli uffici

 § 1. La nomina dei Direttori degli Uffici e del personale della Curia è riservata all’Arcivescovo (can. 470), che allo scopo può avvalersi della collaborazione e dei suggerimenti del Vicario Generale, del Consiglio Episcopale e del Moderatore della Curia.

§ 2. Tutti i Direttori hanno pari dignità e sono chiamati ad un comune servizio all’Arcivescovo e alla Chiesa diocesana. Essi sono coinvolti nella gestione complessiva della Curia e sono tenuti ad assicurare, ciascuno per quanto di sua competenza, un buon funzionamento della Curia nel suo insieme. A tal fine è necessario coltivare e garantire uno spirito di effettiva collaborazione, un corretto e costante flusso di informazioni a tutti i livelli, un’attenzione continua all’inserimento delle singole iniziative nel piano pastorale diocesano.

ultime pubblicazioni

ultime pubblicazioni

Seguici su Facebook

iscriviti alla newsletter dell’archidiocesi spoleto norcia

Rimani aggiornato sulle novità ed eventi importanti della nostra Diocesi.

stemma-archidiocesi-spoleto-norcia-bianco

archidiocesi spoleto norcia

© Archidiocesi di Spoleto-Norcia | Via Aurelio Saffi, 13 – 06049 Spoleto (PG)
Telefono: 0743.23101 | Fax: 0743.231036 | E-mail: segreteria@spoletonorcia.it

iscriviti alla newsletter dell’archidiocesi spoleto norcia

Rimani aggiornato sulle novità ed eventi importanti della nostra Diocesi.

stemma-archidiocesi-spoleto-norcia-bianco

archidiocesi
spoleto norcia

© Archidiocesi di Spoleto-Norcia | Via Aurelio Saffi, 13 – 06049 Spoleto (PG)
Telefono: 0743.23101 | Fax: 0743.231036 | E-mail: segreteria@spoletonorcia.it