Pasqua di Resurrezione. L’Arcivescovo: «Gesù Cristo è veramente risorto! E la speranza della risurrezione apre una prospettiva diversa da quella del declino e dell’autodistruzione». Omelia, foto e video.

Pasqua di Resurrezione. L’Arcivescovo: «Gesù Cristo è veramente risorto! E la speranza della risurrezione apre una prospettiva diversa da quella del declino e dell’autodistruzione». Omelia, foto e video.

Pasqua di Resurrezione. L’Arcivescovo: «Gesù Cristo è veramente risorto! E la speranza della risurrezione apre una prospettiva diversa da quella del declino e dell’autodistruzione». Omelia, foto e video.

/
/
Pasqua di Resurrezione. L’Arcivescovo: «Gesù Cristo è veramente risorto! E la speranza della risurrezione apre una prospettiva diversa da quella del declino e dell’autodistruzione». Omelia, foto e video.
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on twitter
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on twitter

«La Pasqua è il punto nodale della fede cristiana; è quel segno in cui l’autentico significato di Gesù per l’intera umanità viene condensato in una unità e in una chiarezza assolute». Con queste parole l’arcivescovo di Spoleto-Norcia mons. Renato Boccardo si è rivolto ai fedeli riuniti nel Duomo di Spoleto, nel rispetto delle norme in atto per  evitare il diffondersi del Covid-19, per partecipare alla Messa di Pasqua (domenica 4 aprile 2021). «La morte liberamente accettata per amore – ha detto ancora il Presidente della Conferenza episcopale umbra – è mutata in vita per Gesù e, in lui, per tutta l’umanità che a lui aderisce, per tutti coloro che in lui credono. Cristiano è dunque colui che proclama: Gesù Cristo è veramente risorto! Non solo chi afferma genericamente, con un istinto religioso: c’è un Dio, c’è un Dio buono; oppure, con una venatura etica: dobbiamo amarci gli uni gli altri. Non solo questo fa il cristiano, ma tutto deve condensare e riassumere nella confessione: Gesù Cristo è veramente risorto!».

OMELIAGALLERIA FOTOGRAFICA

La liturgia è stata animata dalla corale della Pievania di Santa Maria ed è stata trasmessa in diretta nei canali social della Diocesi. «L’evento della risurrezione – ha affermato mons. Boccardo – ci apre un orizzonte di senso, un universo di speranza; ci ripropone la bontà inalienabile dell’uomo e di tutto il creato che deriva dall’amore di Dio, dall’alleanza che Dio ha da sempre fatto con l’uomo e con la sua vita. La prospettiva della risurrezione è affermare che c’è un futuro per la vita e che questo futuro è per sempre. E la speranza della risurrezione è anche speranza per l’uomo, per la sua cultura, perché le apre una prospettiva diversa da quella del declino e dell’autodistruzione».

Dalla stessa rubrica...

Seguici su Facebook

Dalla stessa rubrica...

ultime pubblicazioni

ultime pubblicazioni

Seguici su Facebook