Mons. Antonio Ambrosanio

Mons. Antonio Ambrosanio

Mons. Antonio Ambrosanio

/
/
Mons. Antonio Ambrosanio
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on twitter
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on twitter

ANTONIO AMBROSANIO, Arcivescovo dal 1988 al 1995

Nato a Napoli il 18 agosto 1928, ordinato sacerdote il 19 marzo 1951.

È stato docente di Teologia presso la Pontifica Facoltà Teologica di Napoli. Tra i suoi alunni anche il Cardinale Agostino Vallini. Eletto Vescovo titolare di Musti e nominato Ausiliare di Napoli il 27 agosto 1977. Il 4 gennaio 1988 è promosso alla Chiesa di Spoleto-Norcia. È stato presidente della Conferenza Episcopale Umbra, membro del Consiglio permanente della CEI, Presidente del Comitato CEI per gli Istituti di Scienze Religiose e Presidente della Commissione Episcopale Italiana per l’Educazione Cattolica e per la Dottrina della fede e della catechesi.

Mons. Ambrosanio ha servito Dio Verità e Dio Amore nell’ambito della cultura e della pastorale della Chiesa del Concilio e del dopo Concilio Vaticano II. Cresciuto come Sacerdote e come Vescovo accanto alla figura fortemente pastorale del Cardinale Corrado Ursi, “il Vescovo dell’incontro”, Mons. Ambrosanio ha fatto della teologia del Vaticano II l’anima della sua riflessione e della sua proposta pastorale.

Pilastri fondamentali per il cammino da lui voluto per la Diocesi di Spoleto-Norcia sono stati la famiglia e la catechesi; del 1988 il messaggio “Guardando al Duemila” (giovani e vocazioni) e del 1989 la Lettera Pastorale “Famiglia ed educazione”. Si impegna per il ritorno da Utrecht, in Germania, delle reliquie di S. Ponziano, patrono di Spoleto.

Collabora per il 1993/1994 con “L’Osservatore Romano” per il commento alle letture bibliche dell’anno liturgico. A Spoleto si impegna profondamente per i problemi sociali e del lavoro; a lui si deve il restauro del catino absidale di frà Filippo Lippi e del Cristo di Alberto Sozio nella Basilica Cattedrale di Spoleto.

Muore a 67 anni il 7 febbraio 1995 a seguito di un male incurabile.

Vescovo di vasta e variegata cultura, ha reso alla Chiesa italiana grandi servizi con notevole equilibrio e competenza.

Dalla stessa rubrica...

Seguici su Facebook

Dalla stessa rubrica...

ultime pubblicazioni

ultime pubblicazioni

Seguici su Facebook