Festival di Spoleto: grande successo per le prediche sui vizi capitali. In allegato troverete la predica dell’arcivescovo Boccardo sull’avarizia.

Festival di Spoleto: grande successo per le prediche sui vizi capitali. In allegato troverete la predica dell’arcivescovo Boccardo sull’avarizia.

Festival di Spoleto: grande successo per le prediche sui vizi capitali. In allegato troverete la predica dell’arcivescovo Boccardo sull’avarizia.

/
/
/
Festival di Spoleto: grande successo per le prediche sui vizi capitali. In allegato troverete la predica dell’arcivescovo Boccardo sull’avarizia.
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on twitter
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on twitter

Fino al ′900 – almeno al di fuori delle città – le prediche costituivano, oltre ad un appuntamento religioso, anche un′occasione di incontro mondano, una sorta di spettacolo in cui veniva coinvolta tutta la comunità. Certo, il predicatore doveva innanzi tutto parlare alla coscienza dei fedeli, risvegliarla, ma questo risultato si otteneva solo esercitando al meglio la capacità retorica di incatenare la loro attenzione e di muovere i loro sentimenti.

Assistere alla predica di un bravo predicatore, quindi, significava provare forti emozioni: per questo i bravi predicatori erano famosi e, soprattutto durante la Quaresima – momento centrale per la predicazione penitenziale – contesi fra paesi e città. E la gente accorreva a sentirli anche per ammirare la loro capacità di parlare, di coinvolgere. Poi, in molti casi, veniva condotta dal bravo predicatore ad un sincero pentimento. La concorrenza dei mezzi di comunicazione di massa e il deprezzamento della comunicazione retorica hanno fatto cadere in oblio questo tipo di insegnamento, questa antica forma di comunicazione. Oggi nella messa l′omelia ha sempre più spesso la forma di commento delle parole evangeliche, più che un vero e proprio esercizio retorico con il fine di stupire e commuovere l′uditorio. Il Festival di Spoleto, proponendo questo ciclo di prediche, ognuna centrata su uno dei peccati capitali, vuole dare l′opportunità di gustare nuovamente quell′antica emozione. La collaborazione con il Pontificio Consiglio per la Nuova Evangelizzazione, inoltre, ha assicurato non solo la qualità nella scelta dei predicatori, ma segnala anche un interessante nuovo tipo di collaborazione. Il Pontificio Consiglio, infatti, è animato dal progetto di portare la parola cristiana in contesti dove abitualmente non si sente. In questa occasione, quindi, la collaborazione ha aperto ad entrambi i promotori – il Festival e il Pontificio Consiglio – nuove opportunità di coinvolgimento degli spettatori, che possono anche essere, o diventare, fedeli.

Le prediche si sono tenute nella chiesa di S. Domenico a Spoleto

29 GIUGNO
LA SUPERBIA
S.E.R. Mons. Rino Fisichella

 

30 GIUGNO
LA GOLA
Mons. Andrea Lonardo

 

1 LUGLIO
L′INVIDIA
S.E.R. Mons. Vincenzo Paglia

 

6 LUGLIO
L′ACCIDIA
Mons. Pierangelo Sequeri

 

7 LUGLIO
LA LUSSURIA
S.E.R. Card. Gianfranco Ravasi

 

8 LUGLIO
L′IRA
Fr. Enzo Bianchi

 

14 LUGLIO
L′AVARIZIA
S.E.R. Mons. Renato Boccardo

ultime pubblicazioni

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

ultime pubblicazioni

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

Seguici su Facebook