Domenica 25 settembre, alle ore 17.00, approfondimento teologico della Lumen gentium con mons. Nicola Ciola, Ordinario di Ecclesiologia alla Pontificia Università Lateranense.

Domenica 25 settembre, alle ore 17.00, approfondimento teologico della Lumen gentium con mons. Nicola Ciola, Ordinario di Ecclesiologia alla Pontificia Università Lateranense.

Domenica 25 settembre, alle ore 17.00, approfondimento teologico della Lumen gentium con mons. Nicola Ciola, Ordinario di Ecclesiologia alla Pontificia Università Lateranense.

/
/
Domenica 25 settembre, alle ore 17.00, approfondimento teologico della Lumen gentium con mons. Nicola Ciola, Ordinario di Ecclesiologia alla Pontificia Università Lateranense.
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on twitter
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on twitter

Domenica 25 settembre iniziano gli incontri di formazione sul Concilio Ecumenico Vaticano II previsti nel programma del 150° anniversario delle apparizioni della Madonna al piccolo Federico Cionchi. L’appuntamento è per le ore 17.00 al Santuario della Stella: mons. Nicola Ciola, Ordinario di Ecclesiologia alla Pontificia Università Lateranense, proporrà un approfondimento teologico della Costituzione dogmatica Lumen gentium.

La Chiesa diocesana di Spoleto-Norcia è ben consapevole che la chiusura del 150° anniversario delle apparizioni della Madonna della Stella coinciderà con l’avvio delle celebrazioni per il 50° anniversario dell’apertura del Concilio Ecumenico Vaticano II. Proprio per questo motivo vengono proposti momenti formativi sulle quattro Costituzioni Conciliari.

L’obiettivo è quello di far comprendere ancora meglio cosa significa essere Chiesa (Lumen gentium) che ascolta e annuncia la Parola (Dei Verbum), che celebra la salvezza del Signore (Sacrosanctum Concilium), che dialoga con il mondo degli uomini (Gaudium et spes).

«Queste felici e provvidenziali coincidenze – afferma don Luciano Avenati, parroco di S. Eutizio in Preci e uno dei propositori di questi momenti formativi – sono da valorizzare con grande impegno ecclesiale e con sapiente fantasia pastorale. Si tratta una grande occasione per una più robusta identità cristiana, ecclesiale e personale. Sarà un anno fortemente “popolare” nel significato dato a questa parola proprio dal Concilio Vaticano II; sarà, infatti, un cammino di popolo, il popolo di Dio che vive in questo nostro territorio».

Dalla stessa rubrica...

Seguici su Facebook

Dalla stessa rubrica...

ultime pubblicazioni

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

ultime pubblicazioni

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

Seguici su Facebook