Castel Ritaldi: l’oratorio “Gio & Greg” a Monteluco

Castel Ritaldi: l’oratorio “Gio & Greg” a Monteluco
casteritaldimonteluco2

Castel Ritaldi: l’oratorio “Gio & Greg” a Monteluco

/
/
/
Castel Ritaldi: l’oratorio “Gio & Greg” a Monteluco
casteritaldimonteluco2
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on twitter
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on twitter

Riceviamo e pubblichiamo il resoconto dei ragazzi dell’oratorio “Gio & Greg” di Castel Ritaldi, che recentemente hanno partecipato a un’uscita sul Monteluco.

Sabato 21 luglio, noi ragazzi dell’oratorio “Gio & Greg” di Castel Ritaldi abbiamo fatto un’uscita a Monteluco. Da tempo desideravamo passare una notte in tenda (per molti sarebbe stato la prima volta), ma ce la siamo dovuta guadagnare. Che fatica convincere i nostri animatori! Alla fine, hanno acconsentito, forse non ne potevano più.

Quindi, alle ore 17.00, ci siamo ritrovati tutti alla Bruna e ci siamo diretti verso la nostra meta.

Gli animatori avevano previsto che quando fossimo giunti a Spoleto avremmo dovuto fare tutta la salita a piedi, con gli zaini sulle spalle fino a Monteluco. Ma il caldo ci ha fatto cambiare il programma e abbiamo continuato con le auto.

casteritaldimonteluco1La nostra meta era il prato di Monteluco accanto al “bosco sacro”. Arrivati, ci siamo subito dati da fare per montare le tende; che sfacchinata, è stata una impresa! Alcune erano semplici, altre invece sembravo dei veri e propri puzzle da completare; ma, grazie a Dio, qualcuno di noi si è rivelato un vero e proprio geometra. Ci sono volute ben due ore abbondanti e dopo tanta fatica abbiamo cenato tutti insieme.

Durante l’anno oratoriale, la differenza di età aveva dato origine a dei gruppetti, ma in questa occasione siamo stati tutti insieme, eravamo un unico gruppo. Quando poi è calata la notte e si sono abbassate le temperature, siamo andati a fare un’entusiasmante e paurosa camminata nel “bosco sacro” visitando le grotte dei due Santi che si erano ritirati lì, a vivere come eremiti, in meditazione tantissimi anni fa. Eravamo tutti insieme uno accanto all’altro, come le formiche, e insieme ci siamo fatti coraggio: è stata un’esperienza bellissima.

La serata, e parte della notte, è trascorsa all’insegna del divertimento facendo un confronto tra noi (forse si chiama verifica), ma anche in giochi e racconti. La mattina nonostante le nostre facce da zombi siamo andati tutti a messa dai Frati Francescani. Abbiamo concluso la giornata divertendoci ancora giocando insieme sul prato, alcuni maschi a pallone e tutti gli altri con carte, sudoku e raccontandoci di tutto, anche le cose più semplici. Questa esperienza ci è servita per crescere, e per conoscerci meglio l’un l’altro!

Ringraziamo tutti gli animatori e speriamo che di giornate come queste, il prossimo anno, ce ne siano tante altre.

I ragazzi dell’Oratorio

ultime pubblicazioni

ultime pubblicazioni

Seguici su Facebook