Avviata la Quaresima. L’Arcivescovo: «alleniamoci al distacco dall’opinione pubblica, lasciamo da parte la gratificazione che non cambia, né purifica il cuore». Raccolta per le Opere di carità. Via Crucis nei Vicariati.

Avviata la Quaresima. L’Arcivescovo: «alleniamoci al distacco dall’opinione pubblica, lasciamo da parte la gratificazione che non cambia, né purifica il cuore». Raccolta per le Opere di carità. Via Crucis nei Vicariati.
Celebrazioni delle Ceneri

Avviata la Quaresima. L’Arcivescovo: «alleniamoci al distacco dall’opinione pubblica, lasciamo da parte la gratificazione che non cambia, né purifica il cuore». Raccolta per le Opere di carità. Via Crucis nei Vicariati.

/
/
/
Avviata la Quaresima. L’Arcivescovo: «alleniamoci al distacco dall’opinione pubblica, lasciamo da parte la gratificazione che non cambia, né purifica il cuore». Raccolta per le Opere di carità. Via Crucis nei Vicariati.
Celebrazioni delle Ceneri
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on twitter
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on twitter

La Chiesa con la celebrazione del Mercoledì delle Ceneri (mercoledì 9 marzo, ndr) ha intrapreso il cammino quaresimale di conversione. È un tempo di preghiera, di penitenza, di riflessione e digiuno. A Spoleto l’avvio dei quaranta giorni verso la Pasqua del Signore si è tenuto nella chiesa della Madonna di Loreto, dove l’Arcivescovo Renato Boccardo, insieme ai preti della città, ha presieduto la concelebrazione eucaristica nella quale ha posto sul capo della gente che riempiva l’edificio di culto l’austero simbolo delle ceneri.

 

 

Il messaggio dell’Arcivescovo per la Quaresima.

«La Quaresima – ha detto il Presule nell’omelia – è un tempo favorevole, forte ed impegnativo. Siamo chiamati a guardare con attenzione il mistero della salvezza. La celebrazione del Mercoledì delle Ceneri è un giorno grande per la Chiesa: richiama alla verità e all’autenticità dinanzi a Dio». Il Vangelo di Matteo proclamato nel corso delle celebrazione invita i cristiani a compiere le opere buone con umiltà e non con il vanto o l’orgoglio per essere riusciti a fare la carità. «Non cercare la tua felicità compiacendoti di quello che gli altri dicono di te. Spesso – ha continuato mons. Boccardo – costruiamo una falsa identità, vogliamo che la nostra vita sia applaudita dagli altri. In questo tempo di Quaresima, tempo di conversione, alleniamoci al distacco dall’opinione pubblica, lasciamo da parte la gratificazione che non cambia, né purifica il cuore. A cosa serve accontentarsi di una vita piena di successo se poi è vuota e sterile? In questi quaranta giorni che ci separano dalla Pasqua, siamo invitatati a perdere la faccia per Dio nella preghiera, nel digiuno e nell’elemosina. Cari spoletini – ha concluso l’Arcivescovo – camminiamo con passo spedito verso il bene, ricordandoci di farci prossimi ai nostri fratelli in difficoltà. Lo dobbiamo fare, però, di nascosto, senza suonare la tromba per essere lodati dalla gente».

Quaresima di carità: raccolta per le Opere Segno della Caritas.

Raccogliendo l’invito dell’evangelista Matteo, “Quando fai l’elemosina, non sappia la tua destra ciò che fa la tua sinistra”, la Chiesa di Spoleto-Norcia nel periodo quaresimale, oltre alla preghiera e alla penitenza, invita i fedeli a vivere nella carità concreta ed operosa, sostenendo le Opere Segno della Diocesi: Mensa della Misericordia, Fattoria della Misericordia, Casa Famiglia O.A.M.I., Centro di Solidarietà “Don G. Rota”. Nelle parrocchie è possibile lasciare un’offerta per le suddette Opere. Papa Benedetto XVI nel messaggio per la Quaresima 2011 afferma che «sopportando la privazione di qualche cosa – e non solo di superfluo – impariamo a distogliere lo sguardo dal nostro “io”, per scoprire Qualcuno accanto a noi e riconoscere Dio nei volti di tanti nostri fratelli».

Via Crucis nei cinque Vicariati.

Inoltre, l’Archidiocesi di Spoleto, in questo tempo di preparazione alla Pasqua, propone le Via Crucis Quaresimali nei cinque Vicariati. Venerdì 11 marzo 2011, ore 21.00: Vicariato Urbano (Parrocchie del centro storico e della prima periferia), dalla chiesa parrocchiale del Sacro Cuore alla chiesa parrocchiale di S. Nicolò. Presiede il Vicario Generale, mons. Luigi Piccioli. Venerdì 18 marzo 2011, ore 21.00: Vicariato Extraurbano (piana spoletina e alta valle del Marroggia), dalla chiesa di Terraia alla chiesa parrocchiale di S. Brizio. Presiede l’Arcivescovo. Venerdì 25 marzo 2011, ore 21.00: Vicariato del Clitunno (Trevi, Montefalco, Bevagna, Campello sul Clitunno, Castel Ritaldi, Giano dell’Umbria e Gualdo Cattaneo), presso il Santuario della Madonna de La Stella. Presiede l’Arcivescovo. Venerdì 1° aprile 2011, ore 21.00: Vicariato Ternano (Strettura, Cesi di Terni, Porzano di Terni, Arrone, Ferentillo, Montefranco, Polino, Torre Orsina e Collestatte di Terni) a Collestatte Piana. Presiede l’Arcivescovo.  Venerdì 15 aprile 2011, ore 21.00: Vicariato della Valnerina (Norcia, Cascia, Preci, Sellano, Cerreto di Spoleto, Verchiano, Vallo di Nera, Scheggino, S. Anatolia di Narco, Monteleone di Spoleto e Pggiodomo) a Preci, dalla chiesa della Madonna della Peschiera alla chiesa della Madonna della Pietà. Presiede l’Arcivescovo.

ultime pubblicazioni

ultime pubblicazioni

Seguici su Facebook