Accedi

Accedi al tuo account

Nome utente *
Password *
Ricordati di me

Assemblea Sinodale 2016-17

Camminare
insieme

Catechesi 2019-2020

Catechesi 2019-2020

Complesso Monumentale del Duomo di Spoleto

Arte dello Spirito – Spirito dell’Arte

Momento di preghiera nel Carcere di Spoleto presieduto dall’Arcivescovo per la ripartenza delle cele...
11 Giu 2020 16:27Momento di preghiera nel Carcere di Spoleto presieduto dall’Arcivescovo per la ripartenza delle celebrazioni con i detenuti dopo la chiusura totale a causa del Coronavirus. Le testimonianze di due detenuti fine pena mai. Foto. Video.

Dallo scorso 1° giugno nelle Carceri italiane è nuovamente possibile celebrare le Messe dopo il periodo di restrizione a causa del Coronavirus. In quello di Spoleto (PG) nella mattina di giovedì 11 giugno 2020 sono ripresi ufficialmente i momenti di preghiera. Dall’11° piano della torre del carcere l’arcivescovo di Spoleto-Norcia mons. Renato Boccardo, insieme al cappellano mons. Eugenio Bartoli e al cerimoniere don Edoardo Rossi, ha presieduto la liturgia della Parola, trasmessa in filo diffusione in tutta l’area del penitenziario. I detenuti erano dietro le grate delle finestre del [ ... ]

Leggi tutto

Brevi dall'Archidiocesi

Sabato 30 novembre 2019 per la comunità parrocchiale dell’Abbazia di S. Eutizio in Preci guidata da don Luciano Avenati è stata una giornata importante: a tre anni dai terremoti del 2016 è stato infatti inaugurato il Centro di Comunità “S. Andrea” nella frazione di Campi di Norcia, un ulteriore segno che l’archidiocesi di Spoleto-Norcia consegna alla popolazione per dire che è possibile ricominciare.

Il Centro, frutto dell’amicizia delle Chiese di Como e di Mantova. L’arcivescovo mons. Renato Boccardo ha benedetto e presieduto la Messa per l’inaugurazione del Centro. Con lui hanno concelebrato i vescovi di Como mons. Oscar Cantoni e di Mantova mons. Gianmarco Busca, ossia le Diocesi che hanno raccolto i fondi per le costruzione del Centro.

Foto-gallery - Video omelia Arcivescovo 

Nella mattina di martedì 26 novembre 2019 l’arcivescovo di Spoleto-Norcia mons. Renato Boccardo si è recato nella Casa di Reclusione di Spoleto per la celebrazione della Messa in memoria di S. Basilide, patrono della Polizia Penitenziaria. Accompagnato dal cappellano mons. Eugenio Bartoli, il Presule è stato accolto dal direttore dott. Giuseppe Mazzini, dal vice direttore dott.ssa Chiara Pellegrini e dal commissario Marco Piersigilli comandante della Polizia Penitenziaria. Il primo momento della visita si è svolto nell’ufficio del Direttore, il quale ha illustrato all’Arcivescovo i numeri attuali della Casa di Reclusione: 460 detenuti, di cui 85 in regime di 41 bis, e 310 unità lavorative tra Polizia Penitenziaria e personale civile. «Grazie al contributo di tante persone – ha detto il dott. Mazzini – riusciamo a fare dei piccoli miracoli quotidiani nonostante la carenza di personale».

"Dove Dio viene incontro agli uomini": è il tema del pellegrinaggio diocesano in Terra Santa, 16-23 novembre 2019, guidato dall'Arcivescovo. Partecipano 131 pellegrini, provenienti da viarie zone della Diocesi. Partiti dall'aeroporto di Perugia la mattina di sabato 16 novembre, Vescovo e fedeli sono giunti in Israele alle 13.40. Dall'aeroporto di Tel Aviv trasferimento a Tiberiade, sistemazione nelle camere, cena e incontro introduttivo del pellegrinaggio guidato da mons. Boccardo. Guide spirituali sono i Frati Minori della Custodia di Terra Santa. Il pellegrinaggio è organizzato col supporto dell'Agenzia Nova Itinera di Perugia. 

La Conferenza Episcopale Umbra porge vivissimi rallegramenti ed auguri all’avv. sen. Donatella Tesei, chiamata dalla fiducia degli elettori a governare la nostra Regione. «In un momento particolarmente delicato e complesso e carico di sfide come quello attuale – afferma l’arcivescovo di Spoleto-Norcia e presidente della Conferenza episcopale umbra mons. Renato Boccardo -,  si rende più che mai necessaria una cordiale alleanza e collaborazione, nel rispetto delle specifiche competenze, tra tutti coloro che condividono una qualche responsabilità per il bene comune. Le questioni fondamentali della precarietà del lavoro, della fuga dei giovani, di servizi sanitari più qualificati, della ricostruzione post-sismica con la ripresa delle attività commerciali e turistiche, dell’educazione delle giovani generazioni, di una intelligente politica a favore della famiglia (mamme lavoratrici, sostegno alla maternità, elevati costi degli asili nido, possibili agevolazioni per l’acquisto della prima casa per le giovani famiglie, ecc.), richiedono una riflessione attenta e un’azione efficace alle quali la Chiesa della nostra regione – conclude mons. Boccardo - intende continuare ad assicurare, insieme con la preghiera, il proprio efficace contributo».

Giovedì 24 ottobre 2019 l’Arcivescovo, in qualità di Presidente della Conferenza episcopale umbra, ha rilasciato la seguente intervista al quotidiano La Nazione, alla giornalista Patrizia Peppoloni, in vista delle elezioni regionali di domenica 27 ottobre.

Monsignor Boccardo, un politico che tenga al bene collettivo cosa deve fare e cosa deve evitare?

Deve avere occhi ed orecchi attenti per poter scegliere ciò che costituisce il vero bene della collettività, soprattutto per la sua parte più fragile e debole, evitando calcoli e convenienze di parte o personali; deve essere discreto, lungimirante, aperto a tutti. E non deve demonizzare l’avversario, a qualsiasi colore appartenga (nessuno è completamente buono, ma neppure cattivo...). Agli amministratori è richiesta, come anche a noi preti e a tutti coloro che ricoprono un qualche pubblico ufficio, la testimonianza della vita, la coerenza e il sacrificio nel compiere generosamente il proprio dovere.

Dal 21 al 23 ottobre 2019 l’arcivescovo di Spoleto-Norcia mons. Renato Boccardo si è recato nel centro-est della Polonia, ai confini con l’Ucraina e la Bielorussia, nella Diocesi di Siedlce. Qui, nella parrocchia del Corpus Domini, che contra oltre diecimila abitanti, da due anni è stato avviato il culto a Santa Rita grazie ad una reliquia giunta da Cascia e alla sensibilità di alcuni sacerdoti, tra cui il parroco don Stanislao Wojteczukche che è stato in contatto più volte col Santuario di Roccaporena, in particolare col pro-rettore don Canzio Scarabottini (presente con il Vescovo in Polonia, insieme anche all’amministratore del Santuario Simone Desantis), e nello scorso mese di maggio si è recato pellegrino nella terra di Rita.  

Foto-gallery

Canale twitter Arcivescovo

ArcivescovoSpo ▶️Riunione del 31 agosto 2020 col #Commissario alla ricostruzione post #sisma 2016 @GiovanniLegnini circa la ricos… https://t.co/HKgwyHNUmE
ArcivescovoSpo Il ringraziamento ai padri agostiniani di Cascia Francesco Calleja e Bernardino Pinciaroli chiamati dal Provinciale… https://t.co/HM9Mp51IIL
ArcivescovoSpo In questo momento estremamente difficile, possiamo moltiplicare la fantasia della carità, per nutrire la nostra vit… https://t.co/1pSi3H4vyB
ArcivescovoSpo Coronavirus, Messa del 14 marzo 2020 https://t.co/n7n98quKFm di @YouTube
ArcivescovoSpo Gesù ci insegna che la grandezza sta nel mettersi al servizio... che uno diventa grande rinunciando anche a qualcos… https://t.co/T1w5n0ZulJ
ArcivescovoSpo Seconda predica di Quaresima. https://t.co/wNmjBpEK89 di @YouTube
ArcivescovoSpo #coronavirus Questa sera celebro la #Messa alle 18.00 dal Duomo di #Spoleto, in assenza dei fedeli. Potete seguire… https://t.co/URxvS3UtSO
ArcivescovoSpo Santa Messa a porte chiuse in diretta ora dalla Cattedrale di Spoleto https://t.co/STsgEIjasR

Bibbia e Almanacco

Media diocesani

  1. Photo Gallery
  2. Ultimi video
  3. Il Risveglio News
  4. Web TG

Guarda tutti i video