Accedi

Accedi al tuo account

Nome utente *
Password *
Ricordati di me

Assemblea Sinodale 2016-17

Documento pastorale conclusivo

Per una catechesi agile e bella: materiale per i catechisti

Catechesi 2017-2018

Brevi dall'Archidiocesi

L’Arcivescovo, unitamente all’intero presbiterio, con animo grato ricorda mons. Sante Quintiliani tornato alla Casa del Padre la mattina del 6 aprile. In particolare fa memoria del lungo ministero come parroco di Collegiacone di Cascia (decisivo il suo impegno per la ricostruzione del paese dopo il terremoto del 1979), della sapienza con cui ha amministrato e fatto sviluppare l’Opera diocesana di Santa Rita a Roccaporena, della passione educativa a favore dei tantissimi ragazzi accolti proprio a Roccaporena (nell’orfanotrofio prima e nel Centro Educativo poi), dell’impegno nella diffusione della devozione a Santa Rita in Italia e nel mondo e della specifica spiritualità di Roccaporena, del servizio amministrativo reso alla ex Diocesi di Norcia come Economo, dell’essere stato negli ultimi anni membro prezioso del Capito dei Canonici della Cattedrale di Spoleto, della sua serenità nell’affrontare gli ultimi anni della vita quando le forze sono lentamente diminuite.

Martedì 21 marzo Norcia ha celebrato la festa del suo patrono S. Benedetto. E per la prima volta dal terremoto del 30 ottobre scorso che ha distrutto gran parte dei centri abitati della Valnerina i fedeli hanno potuto nuovamente partecipare alla Messa all’interno delle mura cittadine. Non in una chiesa - gran parte, infatti, sono crollate e le altre seriamente lesionate – ma nella centralissima piazza della città umbra dove c’è la statua in marmo di S. Benedetto, “miracolosamente” integra, dinanzi alla facciata ingabbiata di quella che era la basilica edificata sul luogo di nascita del santo patrono d’Europa e della sua gemella Scolastica. La sera prima, lunedì 20 marzo, è giunta la “Fiaccola benedettina pro pace et Europa una” benedetta da papa Francesco il 22 febbraio, accesa proprio a Norcia, in mezzo alle macerie della Basilica, il 25 febbraio e poi portata nella sede del Parlamento Europeo di Bruxelles (8-11 marzo).

Foto-Gallery

Allegati:
Scarica questo file (Omelia San Benedetto 2017.pdf)Omelia San Benedetto 2017.pdf[ ]72 kB

“Lampada per i miei passi è la tua parola”. È questo il tema delle Prediche di Quaresima, sullo stile della Lectio divina, che l’Arcivescovo tiene alle 21.00 presso la palestra della parrocchia del Sacro Cuore a Spoleto nei cinque martedì del periodo in preparazione alla Pasqua. Una bella sorpresa, della quale rendere lode a Dio, l’elevata partecipazione di fedeli: circa 400 persone a sera, tra cui diversi giovani e molti uomini. Sperando di fare cosa gradita, pubblichiamo l’audio delle Lectio di mons. Boccardo.

 

 

Audio della prima Lectio Divina dell'Arcivescovo, martedì 7 marzo 2017: "Tesori nei campi, perle lungo la via".

Audio della seconda Lectio Divina dell'Arcivescovo, martedì 14 marzo 2017: "Neanche io ti condanno".    

Audio della terza Lectio Divina dell'Arcivescovo, martedì 21 marzo 2017: "Ripartire dalle ferite"

Audio della quarta Lectio Divina dell'Arcivesvovo, martedì 28 marzo 2017: "Chiamati a qualcosa di più". 

Audio della quinta Lectio Divina dell'Arcivescovo, martedì 4 aprile 2017: "Oggi sarai con me in paradiso". 

La “Fiaccola Benedettina pro-pace et Europa una”, accesa a Norcia il 25 febbraio scorso in mezzo alle macerie della Basilica di S. Benedetto, della quale è rimasta solo facciata dopo il terremoto del 30 ottobre 2016, è stata portata a Bruxelles per il consueto gemellaggio che ogni anno le città benedettine di Norcia (dove il Santo è nato), Subiaco (dove è vissuto tre anni, ha fondato cenobi e meditato la Regola) e Cassino (dove ha scritto la Regola, dato vita ad altri monasteri, è morto ed è sepolto) – siglano con una capitale europea, riproponendo al Vecchio Continente i valori della spiritualità e del lavoro inscritti nell’Ora et Labora.

«Iniziamo questa sera una Quaresima segnata dal terremoto e dai disagi che comporta per tutti. Sforziamoci, con l’aiuto di Dio, di non ridurci a subire questa sofferenza, ma di riuscire ad offrirla nella fede perché diventi occasione di maturazione umana e cristiana». È un passaggio dell’omelia che l’arcivescovo di Spoleto-Norcia mons. Renato Boccardo ha tenuto la sera di 1° marzo nella Cattedrale di Spoleto durante la Messa del mercoledì delle Ceneri che segna l’avvio della Quaresima, ossia i cinquanta giorni che separano dalla Pasqua di Resurrezione di Cristo. «Quando tutto vacilla – ha proseguito il Presule - si scoprono le cose veramente preziose, quelle che non crollano e sulle quali appoggiare la vita come su un fondamento solido. Si scopre il valore dell’unità familiare, dell’innocenza dei bambini, della vitalità dei giovani, della sapienza degli anziani. Si scopre il valore della preghiera e l’importanza della presenza di Dio in mezzo a noi, anche con il segno delle tante chiese che punteggiano le nostre strade e le nostre piazze».

L’archidiocesi di Spoleto-Norcia, così come altre Chiese diocesane, ha celebrato la Giornata per la Vita. Quest’anno il tema scelto, secondo le indicazioni della Conferenza Episcopale Italiana, era “Donne e uomini per la vita”. L’evento è organizzato in collaborazione con il reparto di Ginecologia ed Ostetricia dell’Ospedale “S. Matteo degli infermi” di Spoleto diretto dal dott. Fabrizio Damiani.  Il primo appuntamento è stato “Racconta la vita venerdì 3 febbraio al “Teatro Nuovo G. C. Menotti” di Spoleto. Il pomeriggio, moderato da Virginia Piccolillo giornalista del Corriere della Sera, è stato caratterizzato da alcune testimonianze sulle gioie e sulle difficoltà della vita e un concerto della Cappella Musicale Pontificia Sistina. «Siamo qui – ha detto l’arcivescovo di Spoleto-Norcia mons. Renato Boccardo – per raccontare le cose che danno sapore e colore alla vita.
 

Canale twitter Arcivescovo

ArcivescovoSpo La vita nuova del Signore non è semplicemente la cancellazione della morte in croce; piuttosto lo svelamento della… https://t.co/vAiO5Lt938
ArcivescovoSpo Ripercorriamo idealmente la Via Crucis del Signore: per permettere a tutti di essere presenti, nonostante il tempo… https://t.co/Iz9unw8RIN
ArcivescovoSpo Tutto ciò che mettiamo in atto deve essere fondato sulla fede in Colui che tutto può (Messa Crismale) #Pasqua #Pasqua2018
ArcivescovoSpo RT @ComuneNorcia: #SanBenedetto, nel segno della regola come bussola della nuova #Europa. Emozione e suggestione per l'arrivo della fiaccol…
ArcivescovoSpo Secondo appuntamento con la lectio divina di Quaresima: "Zaccheo" (Lc 19, 1-10) #lectiodivina #lectio #Quaresmahttps://t.co/KevGhf9Ge4
ArcivescovoSpo Le "dieci Parole" che Dio ha donato al popolo nel deserto, che sono la base della Torah e della nostra Rivelazione,… https://t.co/vYTHGNM304
ArcivescovoSpo Primo incontro Lectio divina di Quaresima: Il ragazzo epilettico (Mc 9, 14-29) #Quaresima #Quaresima2018 #lectiohttps://t.co/OavYai5NB1
ArcivescovoSpo Iniziata la Quaresima, occasione di pentimento del passato, di esame coscienza sul presente e di forti propositi pe… https://t.co/rWmykN6rMV

Bibbia e Almanacco

Media diocesani

  1. Photo Gallery
  2. Ultimi video
  3. Il Risveglio News
  4. Web TG

Guarda tutti i video