Accedi

Accedi al tuo account

Nome utente *
Password *
Ricordati di me

Assemblea Sinodale 2016-17

Documento pastorale conclusivo

Per una catechesi agile e bella: materiale per i catechisti

Catechesi 2017-2018

Complesso Monumentale del Duomo di Spoleto

Arte dello Spirito – Spirito dell’Arte

Santi e Beati della Diocesi di Spoleto-Norcia

Santi e Beati della Diocesi

Convegno su testamento biologico e fine vita
01 Ago 2018 08:16Convegno su testamento biologico e fine vita

Sabato 22 settembre 2018 a Spoleto presso il Centro Congressi Hotel Albornoz, l’Ufficio di pastorale della Salute dell’Archidiocesi, col sostegno del medesimo ufficio della Conferenza episcopale italiana, organizza un convegno sul tema: “Testamento biologico e fine vita: questioni aperte”. Competenti relatori affronteranno l’argomento da un punto di vista giuridico, medico e pastorale. Allegato il programma della mattinata.

Leggi tutto

Brevi dall'Archidiocesi

Sabato 11 febbraio alle ore 18.30, presso il Santuario del beato Pietro Bonilli a Cannaiola di Trevi, sarà presentato il gruppo Caritas interparrocchiale di Trevi e verrà inaugurato il Centro di ascolto “Beato Pietro Bonilli”. Questo il programma: alle 18.30 accoglienza nella chiesa-santuario del beato Pietro Bonilli. Alle 18.40 affidamento alla Santa Famiglia di Nazareth. Alle 18.50 saluto del di don Vito Stramaccia direttore della Caritas Diocesana; saluto di don Emo Moretti, cpps, responsabile Caritas del Vicariato di S. Emiliano; breve storia del gruppo Caritas di Trevi e presentazione degli obiettivi del Centro di Ascolto “Beato Pietro Bonilli”; conclusioni a cura dell’Arcivescovo Renato Boccardo.

Venerdì 27 gennaio l’Arcivescovo ha celebrato la festa di S. Francesco di Sales, patrono dei giornalisti. In realtà la Chiesa ricorda il santo il 24 gennaio, ma in quella data mons. Boccardo era a Foligno per la festa di S. Feliciano. Alle ore 11.00 il Presule ha celebrato la messa nella chiesa di S. Ansano nel centro storico di Spoleto: erano presenti oltre venticinque tra giornalisti e operatori dei mezzi della comunicazione.

Foto-Gallery

Martedì 17 gennaio la Chiesa ha fatto memoria di S. Antonio abate. L’Arcivescovo Boccardo ha presieduto la Messa nella chiesa di S. Antonio a Norcia, attigua al monastero delle Benedettine. Con il Presule hanno concelebrato: l’arciprete di Norcia mons. Mario Curini, il suo vice parroco e due monaci benedettini. Naturalmente non potevano mancare le monache, con in testa la badessa madre Caterina Corona. “Motore” della festa di S. Antonio in terra nursina è don Dario dell’Orso. Presente anche il sindaco Giampaolo Stefanelli.

Foto-Gallery

«Per tutti noi che abbiamo la fortuna di essere spoletini il 14 gennaio è giorno di gioia, di compiacimento, di ritrovata unità. Oggi si fa in noi più consapevole e forte l’amore per il martire Ponziano e per la città che lo ha eletto suo protettore e patrono. Questo amore è motivato anche dalla gratitudine verso un santo che non ci ha mai fatto mancare la sua efficace protezione; ed è un amore che ci induce a guardare a lui come ad un maestro di vita». Questo è il primo pensiero dell’omelia che l’arcivescovo di Spoleto-Norcia, mons. Renato Boccardo, ha tenuto in duomo sabato 14 gennaio nella festa liturgica di S. Ponziano, patrono della città di Spoleto e dell’intera Chiesa diocesana.

Foto-Gallery primi vespri (13 gennaio 2012)

Foto-Gallery pontificale (14 gennaio 2012)

Foto-Gallery processione (14 gennaio 2012)

Video Gallery

«Il mio pensiero solidale e preoccupato si di­ri­ge in modo particolare a quelle famiglie che oggi celebrano il Natale con sofferenza e trepidazione: il posto di lavoro per­du­to o a rischio, lo stipendio mensile che non arriva, nuovi e pe­santi sacrifici economici da affrontare, un futuro che si deli­nea incerto e minacciato». È un passaggio dell’omelia che l’Arcivescovo di Spoleto-Norcia, mons. Renato Boccardo, ha pronunciato nel giorno di Natale dal pulpito della Cattedrale spoletina.

La Chiesa si appresta a celebrare il Natale e invita a contemplare il volto di Gesù bambino, volto di un Dio che si dona al mondo. «Chi di noi – si chiede l’arcivescovo di Spoleto-Norcia mons. Renato Boccardo, non si è soffermato davanti al presepio per guardare il volto di Gesù bambino, che non si accontenta di colmarci dei suoi beni, ma ci dona se stesso? Dov'è il Dio severo e rigoroso che talvolta ci viene presentato? Dov'è il Dio che ci schiaccia e ci spoglia? È qui: sei tu, Gesù, nella estrema semplicità del presepe; sei tu, e non ci porti nulla se non te stesso. Ma questo – prosegue il Presule - è il dono più bello: la certezza che Dio si dona, che Dio si offre».

Canale twitter Arcivescovo

ArcivescovoSpo RT @PapaParole: #Dio ci chiama a #camminare e Gesù ce ne ha dato l’esempio. Egli, il Signore e il Maestro, si è fatto #pellegrino e ospite…
ArcivescovoSpo "Dove sei?" ci chiede il Signore ogni giorno. Quante volte è necessario sentirci "ri-cercati" da Dio per ri-centrar… https://t.co/5wvc3nUlXB
ArcivescovoSpo Di Dio, come di ogni esperienza d'amore, non si può tanto discutere o teorizzare, quanto di essa ci si deve nutrire… https://t.co/FtYzBcR2Oj
ArcivescovoSpo RT @PapaParole: Quest’epoca manca di #tenerezza e la #famiglia è il luogo della tenerezza. Per favore, non perdere mai la tenerezza! La pre…
ArcivescovoSpo Ci è paradossalmente difficile fare delle distinzioni teologiche tra ciò che Dio è rispetto al nostro "sentire e gu… https://t.co/BzzKyMjl6c
ArcivescovoSpo La vita nuova del Signore non è semplicemente la cancellazione della morte in croce; piuttosto lo svelamento della… https://t.co/vAiO5Lt938
ArcivescovoSpo Ripercorriamo idealmente la Via Crucis del Signore: per permettere a tutti di essere presenti, nonostante il tempo… https://t.co/Iz9unw8RIN
ArcivescovoSpo Tutto ciò che mettiamo in atto deve essere fondato sulla fede in Colui che tutto può (Messa Crismale) #Pasqua #Pasqua2018

Bibbia e Almanacco

Media diocesani

  1. Photo Gallery
  2. Ultimi video
  3. Il Risveglio News
  4. Web TG

Guarda tutti i video