Accedi

Accedi al tuo account

Nome utente *
Password *
Ricordati di me

Assemblea Sinodale 2016-17

Documento pastorale conclusivo

Senza la Domenica non possiamo vivere

Incontri di formazione per adulti

Per una catechesi agile e bella: materiale per i catechisti

Catechesi 2017-2018

Quaresima 2018: Mercoledì delle Ceneri, Lectio divina con l'Arcivescovo e Via Crucis nei Vicariati
26 Gen 2018 11:06Quaresima 2018: Mercoledì delle Ceneri, Lectio divina con l'Arcivescovo e Via Crucis nei Vicariati

Con il Mercoledì delle Ceneri, il 14 febbraio, la Chiesa ha avviato il percorso quaresimale verso la Pasqua, che verrà celebrata il 1° aprile prossimo. A Spoleto l’arcivescovo Renato Boccardo ha presieduto la Messa con l’imposizione delle Ceneri nella Basilica Cattedrale alle ore 21.00. «Nell’anno liturgico – ha detto il Presule nell’omelia - ci sono alcuni tempi forti che racchiudono, per così dire, una grazia speciale. E la grazia propria della Quaresima è di prepararci ad un incontro rinnovato con Cristo nella sua Pasqua di morte e di risurrezione. Foto-gallery

Leggi tutto

Brevi dall'Archidiocesi

«Ritroviamo l’entusiasmo di proporre con gioia il Vangelo della Famiglia! Non perdiamoci in tante analisi sociologiche sulle infinite disfunzioni familiari della nostra società. Non perdiamo energie preziose concentrandoci sempre sul negativo! Non rifugiamoci nell’alibi di dire che la cultura di oggi, che la legislazione di oggi, che la mentalità di oggi sono ostili alla famiglia. E con ciò rimaniamo paralizzati, timorosi e inattivi». È un passaggio dell’omelia che il card. Kevin Jospeh Farrell, Prefetto del Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita, ha tenuto nella Cattedrale di Spoleto domenica 14 maggio nella Messa di chiusura della V edizione della Festa della Famiglia promossa dall’Archidiocesi sul tema “Famiglia, Gioia, Vangelo”.

Foto-Gallery

L’annuncio pasquale è risuonato nella Chiesa: Cristo è risorto, egli vive al di là della morte, è il Signore dei vivi e dei morti. Nella “notte più chiara dei giorno” la parola onnipotente di Dio che ha creato i cieli e la terra e ha formato l’uomo a sua immagine e somiglianza, chiama a una vita immortale l’uomo nuovo, Gesù di Nazaret, figlio di Dio e figlio di Maria. Pasqua è dunque annuncio del fatto della risurrezione, della vittoria sulla morte, della vita che non sarà distrutta. Fu questa la realtà testimoniata dagli apostoli; ma l’annuncio che Cristo è vivo deve risuonare continuamente. La Chiesa, nata dalla Pasqua di Cristo, custodisce questo annuncio e lo trasmette in vari modi ad ogni generazione: nei sacramenti lo rende attuale e contemporaneo ad ogni comunità riunita nel nome dei Signore; con la propria vita di comunione e di servizio si sforza di testimoniano davanti al mondo.

Foto-gallery Veglia Pasquale

I cristiani dopo aver contemplato Gesù nei segni della Lavanda dei piedi e dell’ultima cena (il Giovedì Santo), il Venerdì Santo si sono raccolti nella meditazione della croce e della morte del Figlio di Dio. In questo giorno non si è celebrata l’Eucaristia perché il clima di festa non si addice all’evento che riempie il ricordo e motiva il suo digiuno: la morte di Cristo. L’azione liturgica è dominata dalla croce, manifestazione luminosa dell’amore divino spinto alla follia: lo spazio è riservato solo al silenzio e alla contemplazione. L’arcivescovo di Spoleto-Norcia mons. Renato Boccardo ha presieduto, venerdì 14 aprile 2017, questa liturgia nella Basilica Cattedrale di Spoleto con i fedeli delle parrocchie della Pievani di Santa Maria (Cattedrale, S. Gregorio, Santa Rita e Santi Pietro e Paolo) e con quanti hanno raggiunto il Duomo per il Triduo pasquale.  

Foto-Gallery Azione Liturgica in Duomo / Foto-Gallery Via Crucis al Giro della Rocca

Con la Messa vespertina in “Coena Domini” (cioè la “Cena del Signore” - l’ultima cena come comunemente è chiamata - che Gesù tenne insieme ai suoi apostoli prima dell’arresto e della condanna a morte) è iniziato il Triduo pasquale, ossia i tre giorni nei quali si commemorano la Passione, la Morte e la Risurrezione di Gesù, che ha il suo fulcro nella solenne Veglia pasquale. Dell’ultima cena del Signore gli evangelisti presentano due segni: quello della lavanda dei piedi e quello della consacrazione del pane e del vino. L’arcivescovo di Spoleto-Norcia mons. Renato Boccardo ha presieduto questa celebrazione giovedì 13 aprile 2017 nella Basilica Cattedrale di Spoleto (18.00) e nella Sala della Pace del complesso agostiniano a Cascia (21.00).

Foto-gallery celebrazione Spoleto / Foto-gallery celebrazione Cascia

Mercoledì 12 aprile 2017 l'Arcivescovo ha presieduto sempre in Cattedrale la Messa Crismale: tutti i presbiteri dell’archidiocesi di Spoleto-Norcia si sono ritrovati con l’Arcivescovo per fare memoria riconoscente dell’origine del loro sacerdozio e rinnovare l’impegno e la promessa di aderire a Cristo con i pensieri, la volontà, i sentimenti e lo stile di tutta la propria esistenza, nel servizio della Chiesa e dei fratelli. Durante la Messa sono stati benedetti e consacrati gli olii che servono a far nascere alla vita cristiana (olio dei catecumeni), a far crescere la vita della Chiesa (sacro crisma), e a dare consolazione al tempo della sofferenza e ai mali della società (olio degli infermi).

Foto-Gallery

Allegati:
Scarica questo file (Omelia Messa Crismale 2017.pdf)Omelia Messa Crismale 2017.pdf[ ]98 kB

Martedì 11 aprile 2017, nell’ambito delle celebrazioni della Settimana santa, l’Arcivescovo ha presieduto la Messa nella Basilica Cattedrale ed ha amministrato il sacramento dell’Unzione degli Infermi ad alcuni malati e anziani, venuti in Duomo singolarmente o accompagnati da associazioni ed enti socio-assistenziali. «Il sacramento dell’unzione con l’olio benedetto – ha detto nell’omelia mons. Boccardo – ci ricorda che Gesù condivide la nostra situazione non come un estraneo, ma dal di dentro e che non ci fa mancare la forza e la consolazione del suo Spirito che ci insegna ad affrontare anche i momenti difficili della nostra esistenza.

Foto-gallery celebrazione malati / Cena con gli assistiti dalla Caritas

Canale twitter Arcivescovo

ArcivescovoSpo Iniziata la Quaresima, occasione di pentimento del passato, di esame coscienza sul presente e di forti propositi pe… https://t.co/rWmykN6rMV
ArcivescovoSpo Gesù si mostra "diverso" rispetto agli antichi maestri: unico nel suo modo di parlare e di agire nella sinagoga di… https://t.co/BmSCiqkKm1
ArcivescovoSpo Il Signore ci chiama ad essere tutti profeti, nessuno escluso, ma con il Suo stile "da Figli amati": buoni, liberi… https://t.co/W2irounSOD
ArcivescovoSpo RT @PapaParole: #Gesù disse: «Fanciulla, io ti dico: alzati!». Per tutti era morta, per Gesù no. Gesù entra nella #vita di ognuno di noi, v…
ArcivescovoSpo "Il tempo è compiuto, il regno di Dio è vicino, convertitevi e credete al Vangelo". Tutto ciò non deve incutere tim… https://t.co/HlV5LsY7vA
ArcivescovoSpo Celebrato il patrono san Ponziano https://t.co/UhHxUTbnJh
ArcivescovoSpo Fondamentale è il segnale chiaro di Giovanni Battista, che invita a seguire "l'Agnello di Dio" e a distaccarsi da s… https://t.co/2hSD3lcYiF
ArcivescovoSpo Dio promette, fin dall'intimo dialogo con Davide, di non abbandonare mai l'uomo, anzi di rendere stabile per sempre… https://t.co/BNWXTpYQzf

Bibbia e Almanacco

Media diocesani

  1. Photo Gallery
  2. Ultimi video
  3. Il Risveglio News
  4. Web TG

Guarda tutti i video