Accedi

Accedi al tuo account

Nome utente *
Password *
Ricordati di me

Giovedì 3 ottobre 2019, vigilia della festa di S. Francesco d’Assisi, è stata una giornata importante e storica per la comunità parrocchiale di Bastardo di Giano dell’Umbria, intitolata proprio al Santo patrono d’Italia. È stata, infatti, benedetta dall’arcivescovo Renato Boccardo la prima pietra del complesso parrocchiale che verrà edificato grazie ai fondi dell’8x1000 della Chiesa Cattolica in un terreno posizionato all’inizio della strada che conduce all’Abbazia di S. Felice in Giano dell’Umbria. Il Presule ha anche inserito nella pietra una pergamena - firmata dallo stesso Vescovo, dal Sindaco Manuel Petruccioli, dal parroco don Emo Moretti, cpps, dai membri dei Consigli pastorali e per gli affari economici, dai progettisti (architetto Norberto Santini e ing. Paolo Capaldini) e dalla ditta che eseguirà i lavori (edilizia fratelli Granieri srl) – a ricordo dell’evento.

Foto-gallery 

Erano presenti anche gli altri sacerdoti della Pievania di S. Felice: don Mariano Montuori, parroco di Castel Ritaldi, pievano; don Giuseppe Iavarone parroco di Giano dell’Umbria; don Bruno Molinari parroco di Gualdo Cattaneo e di Pomonte; presbiteri dell’Abbazia di S. Felice. Tante le persone presenti al momento di preghiera, avviato e chiuso dalle note della locale banda musicale.

«Edificare una nuova chiesa – ha detto mons. Boccardo - è sempre un segno di fiducia e di speranza: è la casa di Dio tra le case degli uomini. La comunità di Bastardo di Giano dell’Umbria avrà il nuovo complesso parrocchiale dedicato a S. Francesco d’Assisi di cui abbiamo benedetto la prima pietra: è come depositare nel terreno un seme che deve germogliare e portare frutto. Il più bello, accanto all’edificio, sarà la comunità che in questo complesso si ritroverà per alimentare il cammino di vita cristiana e per attingere la forza per comunicare e testimoniare a tutti la gioia del Vangelo».

La parrocchia di S. Francesco a Bastardo di Giano dell’Umbria è guidata dai Missionari del Preziosissimo Sangue che vivono nell’Abbazia di S. Felice a Giano: parroco è don Emo Moretti, vicario parrocchiale don Ernesto Di Fiore. Oltre al capoluogo Bastardo, formano la parrocchia i paesi di Montecchio e Castagnola. È una comunità giovane anagraficamente. Il nuovo complesso parrocchiale andrà a sostituire l’attuale costruito negli anni ’50 del ‘900, ma non più rispondente alle attuali esigenze di una parrocchia in espansione demografica. Si spera di poter inaugurare il tutto nel 2022.

L’Arcivescovo, dopo avere presieduto questo momento di preghiera per la posa della prima pietra e aver cenato con i sacerdoti della zona, ha presieduto la Messa (alle 21.00) nell’attuale chiesa di Bastardo e a seguire la processione per le vie del paese con la statua di S. Francesco.