Accedi

Accedi al tuo account

Nome utente *
Password *
Ricordati di me

don_andrea_bonifaziGiovedì 11 giugno 2009 per l'arcidiocesi di Spoleto-Norcia è stato un giorno speciale. Nell'anno in cui il Santo Padre ha voluto che si mettesse in particolare luce la bellezza del presbiterato, la Chiesa spoletina ha avviato il processo di beatificazione e canonizzazione del Servo di Dio don Andrea Bonifazi, sacerdote diocesano, morto di leucemia a 42 anni la mattina di Natale del 1998.

Si intende ripresentare l'esempio di un prete umbro, amico di Dio, amato e stimato da quanti lo conobbero. Nel duomo di Spoleto si è di nuovo aperto un processo di beatificazione e canonizzazione dopo 65 anni: fu l'allora arcivescovo Pietro Tagliapietra, il 1 dicembre 1944, ad aprire il processo per don Pietro Bonilli, fondatore delle Suore della Sacra Famiglia di Spoleto, poi beatificato.

L'11 giugno 2009, dinanzi all'Arcivescovo Presidente della Conferenza Episcopale Umbra, mons. Giuseppe Chiaretti, si è solennemente costituito il Tribunale, che è così composto: mons. Mario Curini, arciprete di Norcia, delegato arcivescovile; dott. Waldery Hilgeman, postulatore della causa; mons. Primo Battistoni, vicario giudiziale dell'arcidiocesi, promotore di giustizia; don Stefano Sivilla, vice cancelliere, notaio; don Roberto Crisogianni, vicario parrocchiale di S. Giacomo di Spoleto, notaio aggiunto. Il Tribunale sta procedendo alla raccolta delle testimonianze sul Servo di Dio don Andrea Bonifazi.

Per ogni ulteriore informazione, e per prenotare una copia del libro che delinea un primo profilo di don Bonifazi, si può contattare la Curia Arcivescovile

tel. 0743/23101;
mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.