Accedi

Accedi al tuo account

Nome utente *
Password *
Ricordati di me

Cronotassi

San BrizioSan Brizio, primo vescovo di Spoleto

La Passio XII fratrum qui e Syria venerunt, descrive le vicende di un gruppo di anacoreti siriani, giunti a Roma dove li sorprese la persecuzione di Giuliano l’Apostata e durante la quale il capofamiglia Anastasio viene fatto decapitare.

Tale testo sulla base di recenti studi sembra ormai dover essere ricondotto al cenobio sabino di Santa Maria di Farfa, dove sarebbe stato compilato tra il 773 e la metà del IX secolo. Questa leggenda si chiama nei lezionari Passio s. Proculi (BHL 6955), quando si trova al 1° giugno; Passio et conversio ss. Anastasii et XII fratrum qui cum eo de Syriae partibus venerunt (BHL 1620), quando è al 14 o al 16 luglio; Passio ss. Abundii et Carpophori (BHL 1622), quando si legge al 10 dicembre; Passio s. Britii quando è al 9 settembre (BHL 1622d); ma è sempre la stessa.

Mons. Ugo PolettiUGO POLETTI, Arcivescovo dal 1967 al 1969

Nato ad Omegna, oggi in Provincia di Verbano Cusio Ossola in Piemonte, diocesi di Novara, nel 1914.

Fu ordinato sacerdote nel 1938. Fu prima pro-vicario e poi vicario generale della diocesi piemontese. Il 14 settembre 1958 l'Arcivescovo di Novara Gilla Vincenzo Gremigni lo consacrò Vescovo. Dal 1958 al 1967 fu Vescovo Ausiliare di Novara.

Nel 1964 divenne Direttore delle Pontificie Opere Missionarie. Il 26 giugno 1967 venne nominato Arcivescovo di Spoleto. Nello stesso periodo fu anche Amministratore Apostolico di Todi. Il 3 luglio 1969 fu nominato Arcivescovo Vicegerente di Roma, divenendo così il più stretto collaboratore del Cardinale Angelo Dell'Acqua.

Papa Paolo VI lo elevò al rango di Cardinale nel concistoro del 5 marzo 1973 con il titolo dei SS. Ambrogio e Carlo. Il 6 marzo fu nominato Vicario Generale della Diocesi di Roma, incarico che mantenne fino al 1991. Dal 1985 al 1991 fu Presidente della Conferenza Episcopale Italiana. In seguito divenne Arciprete della Basilica Liberiana.

Si spense per un attacco cardiaco il 25 febbraio 1997.

Mons. Pietro TagliapietraPIETRO TAGLIAPIETRA, Arcivescovo dal 1934 al 1948

Nato a Venezia, nella parrocchia di S. Felice, il 31 dicembre 1884. Fu ordinato Sacerdote nel luglio del 1908 dal Card. Patriarca Cavallari.

Svolse il sacro ministero nella parrocchia di S. Felice, ricoprendo allo stesso tempo il ruolo di professore di religione nel Seminario Patriarcale e di direttore spirituale presso l’istituto Maschile Manin. Passò poi alla parrocchia di S. Zaccaria come vicario preposto alla Chiesa di S. Giovanni Novo.

Nel 1921 fu destinato alla parrocchia di S. Pietro a Murano. Il 25 febbraio 1932 fu nominato Vescovo di San Severinomarche e Amministratore Apostolico di Treia. Il 12 settembre 1934 fu nominato Arcivescovo di Spoleto. È deceduto l’11 maggio 1948 a Spoleto.

Mons. Ottorino Pietro AlbertiOTTORINO PIETRO ALBERTI, Arcivescovo dal 1973 al 1987

Nato a Nuoro, 17 dicembre 1927. Viene ordinato sacerdote il 18 marzo 1956. Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Pisa; è stato docente e rettore del Seminario Maggiore di Cagliari.

È nominato Arcivescovo di Spoleto e Vescovo di Norcia il 9 agosto 1973. Riceve l'ordinazione episcopale l'8 settembre 1973 dal Cardinale Sebastiano Baggio.

Il 30 settembre 1986, a seguito della rivisitazione dei confini delle Chiese italiane, le diocesi di Spoleto e Norcia sono state unificate creando l’Archidiocesi di Spoleto-Norcia. Mons. Alberti è stato così il primo Presule della nuova realtà ecclesiastica.

Il 23 novembre 1987 viene trasferito alla guida dell'Arcidiocesi di Cagliari, ritornando così nella sua Sardegna. Nel 2003, a norma del Codice di Diritto Canonico, per raggiunti limiti di età, lascia la guida della Chiesa del capoluogo sardo e torna nella sua città natale, Nuoro, dove tuttora risiede e opera. È canonico onorario della Cattedrale di Nuoro.

Mons. Mario Raffaele RadossiMARIO RAFFAELE RADOSSI, O. F. M. Conv., Arcivescovo dal 1948 al 1967

È nato a Cherso, in Istria, il 3 giugno del 1887. Appartenente all’Ordine dei Frati Minori Conventuali, fu ordinato sacerdote in Svizzera, a Friburgo, il 28 novembre 1909. Fu eletto da Papa Pio XII Vescovo di Parenzo e Pola il 28 Novembre 1941. Promosso poi Arcivescovo di Spoleto il 7 luglio 1948, da dove si ritirò per raggiunti limiti di età il 23 giugno 1967.

Si ritirò presso il Convento dei Frari a Venezia retto dai Frati Minori Conventuali, dove morì il 27 settembre 1972.