Accedi

Accedi al tuo account

Nome utente *
Password *
Ricordati di me

Assemblea Sinodale 2016-17

Camminare
insieme

Scoprire il mistero della Chiesa

Incontri
di formazione

Pellegrinaggio diocesano a Fatima e Santiago de Compostela

25-30 settembre 2017

Santi e Beati della Diocesi di Spoleto-Norcia

Santi e Beati

App “Duomo di Spoleto”: luoghi e opere racchiusi nel palmo di una mano.
11 Mag 2017 09:19App “Duomo di Spoleto”: luoghi e opere racchiusi nel palmo di una mano.

“Il Duomo di Spoleto” è un’app (struttura informatica semplice, leggera, essenziale e veloce, ndr) innovativa che consente ai tantissimi turisti che ogni varcano la porta della Cattedrale di S. Maria Assunta di vivere un’esperienza unica e immersiva di tutti i luoghi e le opere in essa contenuti. L’applicazione è stata presentata venerdì 12 maggio alle 11.30 nella Sala chiamata delle “Poltrone” in Via del Seminario, sul retro della Terrazza Frau. Sono intervenuti: mons. Renato Boccardo, arcivescovo di Spoleto-Norcia; mons. Giampiero Ceccarelli, direttore dell’Ufficio  [ ... ]

Leggi tutto

Brevi dall'Archidiocesi

Con la Messa vespertina in “Coena Domini” (cioè la “Cena del Signore” - l’ultima cena come comunemente è chiamata - che Gesù tenne insieme ai suoi apostoli prima dell’arresto e della condanna a morte) è iniziato il Triduo pasquale, ossia i tre giorni nei quali si commemorano la Passione, la Morte e la Risurrezione di Gesù, che ha il suo fulcro nella solenne Veglia pasquale. Dell’ultima cena del Signore gli evangelisti presentano due segni: quello della lavanda dei piedi e quello della consacrazione del pane e del vino. L’arcivescovo di Spoleto-Norcia mons. Renato Boccardo ha presieduto questa celebrazione giovedì 13 aprile 2017 nella Basilica Cattedrale di Spoleto (18.00) e nella Sala della Pace del complesso agostiniano a Cascia (21.00).

Foto-gallery celebrazione Spoleto / Foto-gallery celebrazione Cascia

Mercoledì 12 aprile 2017 l'Arcivescovo ha presieduto sempre in Cattedrale la Messa Crismale: tutti i presbiteri dell’archidiocesi di Spoleto-Norcia si sono ritrovati con l’Arcivescovo per fare memoria riconoscente dell’origine del loro sacerdozio e rinnovare l’impegno e la promessa di aderire a Cristo con i pensieri, la volontà, i sentimenti e lo stile di tutta la propria esistenza, nel servizio della Chiesa e dei fratelli. Durante la Messa sono stati benedetti e consacrati gli olii che servono a far nascere alla vita cristiana (olio dei catecumeni), a far crescere la vita della Chiesa (sacro crisma), e a dare consolazione al tempo della sofferenza e ai mali della società (olio degli infermi).

Foto-Gallery

Allegati:
Scarica questo file (Omelia Messa Crismale 2017.pdf)Omelia Messa Crismale 2017.pdf[ ]98 kB

Martedì 11 aprile 2017, nell’ambito delle celebrazioni della Settimana santa, l’Arcivescovo ha presieduto la Messa nella Basilica Cattedrale ed ha amministrato il sacramento dell’Unzione degli Infermi ad alcuni malati e anziani, venuti in Duomo singolarmente o accompagnati da associazioni ed enti socio-assistenziali. «Il sacramento dell’unzione con l’olio benedetto – ha detto nell’omelia mons. Boccardo – ci ricorda che Gesù condivide la nostra situazione non come un estraneo, ma dal di dentro e che non ci fa mancare la forza e la consolazione del suo Spirito che ci insegna ad affrontare anche i momenti difficili della nostra esistenza.

Foto-gallery celebrazione malati / Cena con gli assistiti dalla Caritas

Con la Domenica delle Palme la Chiesa ha avviato la Settimana Santa nella quale si celebrano gli eventi di fede correlati agli ultimi giorni terreni di Gesù, comprendenti in particolare la sua Passione, Morte e Risurrezione. I riti sono celebrati con solennità allo stesso modo in tutte le Chiese del mondo cristiano. L’arcivescovo di Spoleto-Norcia, mons. Renato Boccardo, nella Domenica delle Palme ha presieduto più celebrazioni: il pomeriggio di sabato 8 aprile a Cannaiola di Trevi con i fidanzati che nell’anno pastorale 2016-2017 hanno partecipato o ancora stanno partecipando ai percorsi in preparazione al matrimonio cristiano; domenica 9 aprile, invece, il Presule ha ricordato l’ingresso di Gesù a Gerusalemme a dorso di un asino tra i terremotati ad Avendita di Cascia (9.00), nella Basilica Cattedrale di Spoleto (11.30) e ancora tra i terremotati a S. Pellegrino di Norcia (15.30). Prima di ogni celebrazione c’è stata la benedizione dei ramoscelli di ulivo.

Foto-Gallery

L’Arcivescovo, unitamente all’intero presbiterio, con animo grato ricorda mons. Sante Quintiliani tornato alla Casa del Padre la mattina del 6 aprile. In particolare fa memoria del lungo ministero come parroco di Collegiacone di Cascia (decisivo il suo impegno per la ricostruzione del paese dopo il terremoto del 1979), della sapienza con cui ha amministrato e fatto sviluppare l’Opera diocesana di Santa Rita a Roccaporena, della passione educativa a favore dei tantissimi ragazzi accolti proprio a Roccaporena (nell’orfanotrofio prima e nel Centro Educativo poi), dell’impegno nella diffusione della devozione a Santa Rita in Italia e nel mondo e della specifica spiritualità di Roccaporena, del servizio amministrativo reso alla ex Diocesi di Norcia come Economo, dell’essere stato negli ultimi anni membro prezioso del Capito dei Canonici della Cattedrale di Spoleto, della sua serenità nell’affrontare gli ultimi anni della vita quando le forze sono lentamente diminuite.

Martedì 21 marzo Norcia ha celebrato la festa del suo patrono S. Benedetto. E per la prima volta dal terremoto del 30 ottobre scorso che ha distrutto gran parte dei centri abitati della Valnerina i fedeli hanno potuto nuovamente partecipare alla Messa all’interno delle mura cittadine. Non in una chiesa - gran parte, infatti, sono crollate e le altre seriamente lesionate – ma nella centralissima piazza della città umbra dove c’è la statua in marmo di S. Benedetto, “miracolosamente” integra, dinanzi alla facciata ingabbiata di quella che era la basilica edificata sul luogo di nascita del santo patrono d’Europa e della sua gemella Scolastica. La sera prima, lunedì 20 marzo, è giunta la “Fiaccola benedettina pro pace et Europa una” benedetta da papa Francesco il 22 febbraio, accesa proprio a Norcia, in mezzo alle macerie della Basilica, il 25 febbraio e poi portata nella sede del Parlamento Europeo di Bruxelles (8-11 marzo).

Foto-Gallery

Allegati:
Scarica questo file (Omelia San Benedetto 2017.pdf)Omelia San Benedetto 2017.pdf[ ]72 kB

Canale twitter Arcivescovo

ArcivescovoSpo Non si può dimenticare chi ha condotto per mano lungo il cammino (Mosè), chi dimentica butta via la vita e perde l'ottica della Comunione
ArcivescovoSpo Tutti noi abbiamo essenziale bisogno di sostegno e nutrimento d'amore: è necessario farne MEMORIALE.
ArcivescovoSpo La vita è troppo dura e difficile per l'essere umano che pensa di poter fare a meno di Dio #fede #aiuto
ArcivescovoSpo Nessuno di noi ce la può fare ad attraversare i vari deserti della vita (sofferenze, peccati, incomprensioni), senza un aiuto dal Signore
ArcivescovoSpo RT @Mancinelli2020: Card. Bassetti: "#Norcia e la Valnerina possono e debbono rinascere” @ArcivescovoSpo @nicolaalemanno https://t.co/vs1a
ArcivescovoSpo RT @SFratepietro: Festa a Norcia per la nuova chiesa, vigili del fuoco svelano quadro Madonna Addolorata @emergenzavvf @ArcivescovoSpo http…

Bibbia e Almanacco

Media diocesani

  1. Photo Gallery
  2. Ultimi video
  3. Il Risveglio News
  4. Web TG
videogalleries video media
Inaugurazione mostra fotografica a Spoleto dedicata al Beato Giovanni Paolo II
videogalleries video media
Omelia dell'Arcivescovo della diocesi di Spoleto-Norcia Monsignor Renato Boccardo.
videogalleries video media
I vescovi delle Diocesi umbre accolgono il Papa
videogalleries video media
San Ponziano 2012
videogalleries video media
Apertura Porta Santa della Misericordia a Spoleto
videogalleries video media
Apertura Porte Sante nei Santuari

Guarda tutti i video