Accedi

Accedi al tuo account

Nome utente *
Password *
Ricordati di me

Assemblea Sinodale 2016-17

Camminare
insieme

Scoprire il mistero della Chiesa

Incontri
di formazione

Festa della Famiglia 2017

Info e iscrizioni

Pellegrinaggio diocesano a Fatima e Santiago de Compostela

Info e iscrizioni

A Siena in mostra alcune opere d’arte della Valnerina ferite dal terremoto. Tanti i legami tra la ci...
27 Dic 2016 10:47A Siena in mostra alcune opere d’arte della Valnerina ferite dal terremoto. Tanti i legami tra la città toscana e Norcia. All’inaugurazione presenti i due Arcivescovi. Foto.

L’arcivescovo di Spoleto-Norcia mons. Renato Boccardo venerdì 23 dicembre scorso ha partecipato a Siena all’inaugurazione della mostra “La bellezza ferita, Norcia earthheartartquake, la speranza rinasce dai capolavori della città di S. Benedetto” allestita tra la Cripta sotto il Duomo e il Santa Maria della Scala (nel passato luogo principe dell’accoglienza dei pellegrini, degli infermi, dei bambini abbandonati, degli indigenti, dei senza cibo né tetto)  con trentaquattro opere provenienti da alcune chiese della Valnerina crollate o seriamente lesionate dai terremoti del 24 a [ ... ]

Leggi tutto

Brevi dall'Archidiocesi

Sabato 30 aprile 2016 l’Arcivescovo ha presieduto la celebrazione giubilare nella Casa S. Giuseppe delle suore della Sacra Famiglia - situata in pieno centro storico a Spoleto, a pochi passi dalla chiesa di S. Domenico – che accoglie le religiose anziane e malate (34 in totale) che hanno speso una vita intera alla sequela di Cristo secondo il carisma del beato Pietro Bonilli. Il Presule, accompagnato dai canonici della Cattedrale don Sem Fioretti e don Mario Giacobbi, è stato accolto dalla madre delegata del centro Italia suor Andreilla Fioravanzo e dalla superiora suor Stefanina Fioretto. Mons. Boccardo ha avviato la celebrazione eucaristica nell’atrio della Casa, ha quindi aperto per l’occasione la Porta Santa della Misericordia (quella principale della cappella interna), l’ha varcata insieme ai sacerdoti, alle suore, al personale laico che vi collabora e, durante la Messa, ha amministrato il sacramento dell’unzione degli infermi alle religiose.

L’arcivescovo di Spoleto-Norcia mons. Renato Boccardo, il rettore degli agostiniani di Cascia padre Mario de Santis e il sindaco di Cascia Gino Emili dal 22 al 28 aprile scorsi hanno guidato una delegazione di diciotto persone a Buenos Aires, in Argentina, per l’accensione della “Fiaccola di S. Rita”, che suggella così il 58° gemellaggio di fede tra la città che ha dato i natali alla Santa dei casi impossibili e una località d’Italia o del mondo in cui c’è una particolare venerazione verso l’umile donna di Roccaporena.

Il Santuario di Santa Rita a Buenos Aires. Situato nella Villa Santa Rita della grande metropoli, è retto dagli Oblati di Maria Vergine e accoglie ogni giorno moltissimi devoti provenienti da ogni angolo dell’Argentina: «Arrivano persone – ha detto il padre che ci ha accompagnato dall’aeroporto alla nostra residenza presso la casa di formazione ‘Santa Monica’ degli agostiniani – da varie parti del Paese che nessuno si aspetterebbe di vedere, in quanto vivono in zone povere e collegate male con la capitale federale; ma Santa Rita riesce a fare questo e altro».

Dal 24 giugno al 10 luglio 2016 si terrà a Spoleto la 59ª edizione del Festival dei 2 Mondi. L’archidiocesi di Spoleto-Norcia, in collaborazione con il Festival, propone nella chiesa di S. Domenico le “prediche” allo scopo di portare la parola cristiana in contesti, come un evento culturale e musicale quale il Festival, dove abitualmente non si sente. Il tema di quest’anno è “Un messaggio per immagini, le parabole di Gesù”. Ogni predica si svolgerà alle ore 17.00 presso la chiesa di San Domenico e l’ingresso sarà gratuito. Di seguito data, tema e relatore:

La Festa della Famiglia edizione 2016, dal tema “Misericordiando in Famiglia”, nel pomeriggio di domenica 17 aprile è proseguita con il musical sulla vita di Madre Teresa di Calcutta proposto dai ragazzi dell’Oratorio di Cortaccione di Spoleto. Lo spettacolo su questa grande donna, testimone contemporanea della misericordia, che verrà canonizzata da papa Francesco il prossimo mese di settembre, è stato un perfetto trade union tra la conferenza del mattino e la Messa del pomeriggio in Duomo. Al termine del musical, Vescovo e famiglie sono partiti alla volta di Piazza Duomo. Tre giovani famiglie – mamme, papà e figli – hanno portato lo striscione che caratterizza la Festa.

«Siamo qui per il gusto di stare insieme e dire che fare famiglia è bello, vale la pena, anche se non sempre è facile». Con queste parole l’arcivescovo di Spoleto-Norcia, mons. Renato Boccardo, ha salutato le oltre cinquecento persone giunte domenica 16 aprile al Chiostro di S. Nicolò di Spoleto per partecipare alla quarta edizione della Festa della Famiglia, organizzata dall’Ufficio della Pastorale familiare diocesano. Mamme, papà, nonni, nonne e tantissimi bambini e ragazzi sono stati accolti da un’accurata animazione predisposta dalla Pastorale giovanile diocesana. Poi, i più piccoli sono stati affidati ad una equipe educativa della Cooperativa “Il Cerchio” e più grandi hanno svolto attività con gli animatori della Pastorale giovanile.

Nel pomeriggio di sabato 16 aprile 2016 presso la chiesa di S. Francesco a Trevi si sono avviate, con un conferenza dell’Arcivescovo sul tema “Il Bonilli e la misericordia”, le celebrazioni in onore del beato Pietro, prete spoletino, apostolo della famiglia e della carità, fondatore delle Suore della Sacra Famiglia di Spoleto. «Uomo di profonda spiritualità, zelante pastore, ricercato direttore di anime, il Beato esercitò un significativo influsso nella vita religiosa e civile della nostra Chiesa (e non solo) come promotore di una vasta azione apostolica e caritativa. Il suo zelo per le anime e la sua carità, il suo impegno per soccorrere ogni forma di povertà e di bisogno, la sua presenza in mezzo alla gente, fanno di lui quel “pastore con l’odore delle pecore” che Papa Francesco costantemente propone».

Allegati:
Scarica questo file (Bonilli e la misericordia.pdf)Bonilli e la misericordia.pdf[ ]115 kB

Canale twitter Arcivescovo

ArcivescovoSpo Gesù risorto è dovuto tornare nuovamente di domenica per confermare nella fede Tommaso, gemello di tutti noi nella fragilità del fidarsi
ArcivescovoSpo La domenica è un giorno meraviglioso per i cristiani: il primo giorno, quello del Signore in cui Gesù, risorgendo, ci ha lasciato lo Spirito
ArcivescovoSpo Gesù Risorto è il Testimone per eccellenza dell'amore di Dio per gli uomini e così anche noi, siamo i testimoni prescelti
ArcivescovoSpo Grazie Signore che la nostra vita è così nuova sempre, in ogni domenica pasqua della settimana e in ogni giorno della nostra vita cristiana
ArcivescovoSpo "Non abbiate paura: è vivo!" Da questa notte il Bene può vincere il male, l'Amore ha vinto l'odio! Buona Pasqua! https://t.co/FFTpr3Z1wn
ArcivescovoSpo Questa è anche la settimana di ricordo e rievocazione del nostro Battesimo grazie all'iniziazione cristiana dei nuovi Cristiani in Comunità
ArcivescovoSpo Con le Palme inizia una settimana bellissima di ascolto e memoria dell'amore di Dio per noi, settimana di gioia e attesa dell'annuncio nuovo
ArcivescovoSpo I doni di Dio per noi sono da meditare nel silenzio della nostra intimità, con Lui e da vivere nelle nostre amicizie di ogni giorno

Bibbia e Almanacco

Media diocesani

  1. Photo Gallery
  2. Ultimi video
  3. Il Risveglio News
  4. Web TG

Guarda tutti i video