Accedi

Accedi al tuo account

Nome utente *
Password *
Ricordati di me

Assemblea Sinodale 2016-17

Camminare
insieme

Scoprire il mistero della Chiesa

Incontri
di formazione

Festa della Famiglia 2017

Info e iscrizioni

Pellegrinaggio diocesano a Fatima e Santiago de Compostela

Info e iscrizioni

A Siena in mostra alcune opere d’arte della Valnerina ferite dal terremoto. Tanti i legami tra la ci...
27 Dic 2016 10:47A Siena in mostra alcune opere d’arte della Valnerina ferite dal terremoto. Tanti i legami tra la città toscana e Norcia. All’inaugurazione presenti i due Arcivescovi. Foto.

L’arcivescovo di Spoleto-Norcia mons. Renato Boccardo venerdì 23 dicembre scorso ha partecipato a Siena all’inaugurazione della mostra “La bellezza ferita, Norcia earthheartartquake, la speranza rinasce dai capolavori della città di S. Benedetto” allestita tra la Cripta sotto il Duomo e il Santa Maria della Scala (nel passato luogo principe dell’accoglienza dei pellegrini, degli infermi, dei bambini abbandonati, degli indigenti, dei senza cibo né tetto)  con trentaquattro opere provenienti da alcune chiese della Valnerina crollate o seriamente lesionate dai terremoti del 24 a [ ... ]

Leggi tutto

Brevi dall'Archidiocesi

Il Consiglio francese del culto musulmano (Cfcm) ha invitato i responsabili delle moschee, gli imam e i fedeli musulmani di Francia a recarsi «domenica mattina», 31 luglio, a Messa, magari nella chiesa più vicina a casa loro, per esprimere «solidarietà e cordoglio» dopo il «vile assassinio» di padre Jacques Hamel, sgozzato martedì scorso mentre celebrava l’eucarestia nella chiesa di Saint-Étienne-du-Rouvray, in Normandia, durante un sequestro di persona perpetrato da due estremisti islamici nella sua parrocchia e rivendicato da Daesh. Lo stesso organismo italiano ha rilanciato l’invito e in molte città della Penisola molti musulmani hanno partecipato alle celebrazioni eucaristiche.

Giovedì 28 luglio. La prima “tappa” dei nostri ragazzi nella giornata di giovedì 28 luglio è stata la Fabbrica di Schindler uno dei posti-simbolo della II Guerra Mondiale non solo a Cracovia, ma, grazie al celebre film di Steven Spielberg, in tutto il mondo. Inutile aggiungere che è anche un simbolo positivo, poiché trattasi di un posto nel quale sono state salvate tante vite, altrimenti condannate al campo di concentramento. Oggi la Fabbrica è uno dei reparti del Museo Storico di Cracovia e ospita varie mostre, una permanente e varie esposizioni occasionali. La mostra permanente del museo, intitolata Kraków – czas okupacji 1939-1945 (Cracovia – gli anni dell’occupazione 1939-1945), è dedicata alla documentazione dell’occupazione nazista della città durante la II Guerra Mondiale, e presenta la vita quotidiana degli abitanti, la storia della comunità ebraica a Cracovia, il destino dei lavoratori della Fabbrica e, infine, la storia di Oskar Schindler stesso.

S. Benedetto da Norcia oltre ad essere patrono d’Europa lo è anche dei monaci, degli architetti, degli ingegneri e degli speleologi. Lunedì 11 luglio 2016, nella festa liturgica del Santo, il nostro Arcivescovo ha celebrato la Messa con un gruppo di speleologi umbri nella Grotta di Monte Cucco a Costacciaro (PG), comune situato tra l’Umbria e le Marche, appartenente alla diocesi di Gubbio.  Con i suoi 30 chilometri di gallerie ed oltre, e con una profondità massima di quasi 1000 metri è uno dei sistemi ipogei più importanti in Europa e sicuramente tra i più noti e studiati nel mondo. Lo spettacolo naturale che fino ad ora poteva essere apprezzato solo da esperti speleologi, si apre per circa 800 metri di percorso sotterraneo alla scoperta di chi vuol vivere un’esperienza sensoriale unica, fatta di suoni, quelli dell’acqua che lentamente scava la roccia, di odori, quelli della profondità della montagna, di immagini, quelle create dalle formazioni calcaree interne. Nella prima “sala” della Grotta chiamata della “Cattedrale” è stata celebrata la Messa alla presenza di una settantina di persone.

È stato presentato il 5 luglio 2016, a Roma, il XXV Rapporto Immigrazione 2015 “La Cultura dell’incontro” a cura di Caritas italiana e Fondazione Migrantes. Tra gli intervenuti il segretario generale della Cei mons. Nunzio Galantino, il presidente di Migrantes mons. Guerino di Tora, i direttori di Caritas italiana e Fondazione Migrantes, mons. Francesco Soddu e mons. Gian Carlo Perego, e Piero Fassino, presidente Anci. In Italia, al 1° gennaio 2015, i cittadini immigrati regolari sono 5.014.437 (+ 1,9), con un’incidenza sulla popolazione totale pari all’8,2%, dei quali 98.618 (il 2%) vivono in Umbria, pari all’11% degli abitanti complessivi della nostra regione, i cui principali Paesi di provenienza sono la Romania (26,4%), l’Albania (16,4%), il Marocco (10,2%), l’Ucraina (5%) e la Macedonia (4,5%).

Sabato 25 e domenica 26 giugno 2016 a Roccaporena di Cascia è stata celebrata, nell’Anno Santo della Misericordia, la Festa della Rosa e delle Rite, evento pensato per celebrare la bontà di Dio che volle confortare Rita morente con il dono della rosa, fiorita proprio a Roccaporena in pieno inverno. Per la prima volta la festa fu celebrata il 15 giugno 1952. Anche quest’anno sono saliti nel piccolo borgo umbro che conserva i luoghi cari alla vita di Santa Rita prima del suo ingresso in monastero (la Casa natale, la Chiesa di S. Montano dove si è sposata e dove sono sepolti marito e figli, la Casa maritale, il Lazzaretto dove accudiva i lebbrosi, lo Scoglio della preghiera e l’Orto del miracolo) moltissimi pellegrini, i primi giunti addirittura alle 4.30 del mattino. I tre parcheggi dell’Opera erano completamente pieni di pullman. Ad ogni donna di nome Rita è stata consegnata una speciale pergamena, a tutti è stata invece donata una rosa.

Sabato 18 giugno la Pievania di S. Giovanni Battista – che comprende le parrocchie di Baiano, S. Martino in Trignano, S. Angelo in Mercole, Montemartano, Firenzuola e Porzano - ha vissuto, nell’Anno Santo della Misericordia, un pellegrinaggio al Santuario della Madonna di Panico, situato tra Baiano e la Val Serra. Un gruppo di persone è partito alle tre del pomeriggio dalla chiesa di Crocemarroggia e, dopo circa due ore di cammino, è giunto al bivio che porta al Santuario, poco dopo l’abitato di Balduini, dove c’erano altri fedeli (in totale un centinaio), tra cui l’arcivescovo Renato Boccardo. Dopo la lettura di alcuni passaggi della Bolla d’indizione del Giubileo della Misericordia e la preghiera dei Salmi 103 e 106, è stata avviata l’ultima parte del pellegrinaggio verso il Santuario.

Canale twitter Arcivescovo

ArcivescovoSpo Gesù risorto è dovuto tornare nuovamente di domenica per confermare nella fede Tommaso, gemello di tutti noi nella fragilità del fidarsi
ArcivescovoSpo La domenica è un giorno meraviglioso per i cristiani: il primo giorno, quello del Signore in cui Gesù, risorgendo, ci ha lasciato lo Spirito
ArcivescovoSpo Gesù Risorto è il Testimone per eccellenza dell'amore di Dio per gli uomini e così anche noi, siamo i testimoni prescelti
ArcivescovoSpo Grazie Signore che la nostra vita è così nuova sempre, in ogni domenica pasqua della settimana e in ogni giorno della nostra vita cristiana
ArcivescovoSpo "Non abbiate paura: è vivo!" Da questa notte il Bene può vincere il male, l'Amore ha vinto l'odio! Buona Pasqua! https://t.co/FFTpr3Z1wn
ArcivescovoSpo Questa è anche la settimana di ricordo e rievocazione del nostro Battesimo grazie all'iniziazione cristiana dei nuovi Cristiani in Comunità
ArcivescovoSpo Con le Palme inizia una settimana bellissima di ascolto e memoria dell'amore di Dio per noi, settimana di gioia e attesa dell'annuncio nuovo
ArcivescovoSpo I doni di Dio per noi sono da meditare nel silenzio della nostra intimità, con Lui e da vivere nelle nostre amicizie di ogni giorno

Bibbia e Almanacco

Media diocesani

  1. Photo Gallery
  2. Ultimi video
  3. Il Risveglio News
  4. Web TG

Guarda tutti i video