Accedi

Accedi al tuo account

Nome utente *
Password *
Ricordati di me

Assemblea Sinodale 2016-17

Camminare
insieme

Scoprire il mistero della Chiesa

Incontri
di formazione

Pellegrinaggio diocesano a Fatima e Santiago de Compostela

25-30 settembre 2017

Santi e Beati della Diocesi di Spoleto-Norcia

Santi e Beati

App “Duomo di Spoleto”: luoghi e opere racchiusi nel palmo di una mano.
11 Mag 2017 09:19App “Duomo di Spoleto”: luoghi e opere racchiusi nel palmo di una mano.

“Il Duomo di Spoleto” è un’app (struttura informatica semplice, leggera, essenziale e veloce, ndr) innovativa che consente ai tantissimi turisti che ogni varcano la porta della Cattedrale di S. Maria Assunta di vivere un’esperienza unica e immersiva di tutti i luoghi e le opere in essa contenuti. L’applicazione è stata presentata venerdì 12 maggio alle 11.30 nella Sala chiamata delle “Poltrone” in Via del Seminario, sul retro della Terrazza Frau. Sono intervenuti: mons. Renato Boccardo, arcivescovo di Spoleto-Norcia; mons. Giampiero Ceccarelli, direttore dell’Ufficio  [ ... ]

Leggi tutto

Brevi dall'Archidiocesi

Nell’ultima giornata di pellegrinaggio in Polonia visita a due luoghi particolarmente significativi nella vita di Giovanni Paolo II: il santuario di Kalwaria Zebrzydowska e Wadowize. Il primo si trova a 35km a sud ovest da Cracovia e a 15 km a est da Wadowice: è composto dalla basilica in stile barocco dedicata alla Madonna degli Angeli dove è venerata l’immagine miracolosa della Madonna del Calvario, dal convento dei Frati Minori e da 42 cappelle e piccole chiese dedicate alla passione di Gesù e alla vita di Maria, situate nel raggio di 6 km dal convento. La storia di Kalwaria risale al 1601 quando Mikolaj Zebrzydowski ordinò di costruire una cappella dedicata alla Crocefissione, ispirata alla Basilica di Santa Croce di Gerusalemme.

Foto 28 settembre: visita Cracovia, luoghi di S. Giovanni Paolo II

Foto 27 settembre: Czestochowa e Auschwitz

«Misericordia in politica è non avere come unico scopo di mandato i vincoli di bilancio, è non trasformare i Comuni in imprese manageriali, è far rivivere le piazze, è dedicare tempo all’ascolto profondo delle persone, è non ingabbiare pratiche e delibere dietro questioni personali». Sono alcune declinazioni di misericordia in politica che il prof. Luigino Bruni, ordinario di Economia politica alla LUMSA e all’Istituto Universitario Sophia ed editorialista del quotidiano Avvenire, ha consegnato ai Sindaci ed ai membri delle Giunte e dei Consigli Comunali dei Municipi che ricadono nel territorio dell’Archidiocesi di Spoleto-Norcia nel corso del Giubileo loro dedicato e che si è svolto sabato 24 settembre 2016 nel Palazzo arcivescovile. Quasi tutti i venticinque Comuni erano rappresentati.

Domenica 18 settembre 2016 a Spoleto si è celebrato il Giubileo delle Confraternite, delle Associazioni e dei Movimenti ecclesiali. Il primo appuntamento si è tenuto alle 16.00 nella chiesa di S. Filippo Neri, dove l’arcivescovo Renato Boccardo, con una decina di sacerdoti, ha presieduto una liturgia penitenziale. Le molte persone presenti hanno avuto modo di riconoscersi peccatori e bisognosi di perdono e ricevere così la carezza della misericordia di Dio. Al termine si è snodata la processione verso la Basilica Cattedrale: Confraternite e Associazioni portavano i rispettivi labari e i membri i tradizionali abiti o divise.

Nel tardo pomeriggio di sabato 10 settembre si è tenuto a Spoleto, tra la Basilica di S. Eufemia e la Cattedrale, l’incontro giubilare degli oltre 110 giovani dell’archidiocesi di Spoleto-Norcia che hanno partecipato alla Giornata Mondiale della Gioventù (GMG) di Cracovia, dal 19 al 31 luglio scorsi. I ragazzi sono stati accolti nel cortile del Palazzo Arcivescovile dalla responsabile della pastorale giovanile suor Anna Maria Lolli e dall’equipe che la coadiuva. Il rivedersi dopo un mese e mezzo ha “provocato” abbracci, sorrisi e qualche lacrima. Nella Basilica di S. Eufemia è stato cantato l’inno ufficiale della Giornata e tutti sono stati invitati a ripescare nella memoria qualche istante o qualche parola della GMG e farla rivivere nel proprio cuore.

Aggiornamento del 5 novembre 2016. «La situazione drammatica che stanno vivendo tanti nostri fratelli e sorelle a seguito del terremoto – afferma l’arcivescovo di Spoleto-Norcia mons. Renato Boccardo - ci spinge a rinnovare la nostra solidarietà e ad intensificare la nostra preghiera.

Tante persone, a cominciare da Papa Francesco che mi ha voluto assicurare la sua partecipazione e la sua preghiera, mi hanno manifestato in questi giorni in mille modi vicinanza e affezione ed hanno chiesto come poter aiutare.
Ma sentiamo anche e soprattutto il dovere di implorare la misericordia di Dio e la sua provvidenza, affinché questo momento difficile abbia termine e tutti possano ritrovare serenità, stabilità e sicurezza.

Foto-Gallery post sisma 30 ottobre 2016 / Foto-Galley chiese distrutte o lesionate Valle Castoriana e Campiana -Foto-gallery Papa a S. Pellegrino

Foto apertura Porta Santa nella tensostruttura a Norcia / Foto-Gallery visita Renzi a Norcia 

Foto-Gallery Messa Arcivescovo al campo sportivo di Norcia / Foto-gallery visita Arcivescovo alle zone terremotate 

Video intervista Arcivescovo - Video intervista signor Giuliano di S. Pellegrino Video intervista madre Caterina Corona

La comunità Bevagna ha reso omaggio ad uno dei suoi due patroni, il beato Giacomo Bianconi (l’altro è il vescovo e martire Vincenzo). La mattina di martedì 23 agosto nella bellissima chiesa parrocchiale di S. Michele Arcangelo la solenne concelebrazione eucaristica è stata presieduta dall’arcivescovo Marcello Bartolucci segretario della Congregazione per le Cause dei Santi e vescovo titolare proprio di Bevagna. Con lui hanno concelebrato: il nostro Arcivescovo, che ha invitato mons. Bartolucci, il priore-parroco di Bevagna don Claudio Vergini, il vice parroco della città delle Gaite don Davide Tononi (che a breve diventerà parroco di Turrita di Montefalco, ndr), il priore-parroco di Montefalco don Vito Stramaccia, l’arciprete di Norcia don Marco Rufini (già parroco di Bevagna, ndr), il frate minore Hevencio Herrera del convento di S. Fortunato a Montefalco e mons. Maurizio Saba vicario generale della diocesi di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino (accompagnava mons. Bartolucci, “figlio” della Chiesa assisiate, essendo nato a Bastia Umbra, ndr).

Canale twitter Arcivescovo

ArcivescovoSpo Non si può dimenticare chi ha condotto per mano lungo il cammino (Mosè), chi dimentica butta via la vita e perde l'ottica della Comunione
ArcivescovoSpo Tutti noi abbiamo essenziale bisogno di sostegno e nutrimento d'amore: è necessario farne MEMORIALE.
ArcivescovoSpo La vita è troppo dura e difficile per l'essere umano che pensa di poter fare a meno di Dio #fede #aiuto
ArcivescovoSpo Nessuno di noi ce la può fare ad attraversare i vari deserti della vita (sofferenze, peccati, incomprensioni), senza un aiuto dal Signore
ArcivescovoSpo RT @Mancinelli2020: Card. Bassetti: "#Norcia e la Valnerina possono e debbono rinascere” @ArcivescovoSpo @nicolaalemanno https://t.co/vs1a
ArcivescovoSpo RT @SFratepietro: Festa a Norcia per la nuova chiesa, vigili del fuoco svelano quadro Madonna Addolorata @emergenzavvf @ArcivescovoSpo http…

Bibbia e Almanacco

Media diocesani

  1. Photo Gallery
  2. Ultimi video
  3. Il Risveglio News
  4. Web TG

Guarda tutti i video