Accedi

Accedi al tuo account

Nome utente *
Password *
Ricordati di me

Assemblea Sinodale 2016-17

Camminare
insieme

Senza la Domenica non possiamo vivere

Incontri di formazione per adulti

Per una catechesi agile e bella: materiale per i catechisti

Catechesi 2016-2017

Santi e Beati della Diocesi di Spoleto-Norcia

Santi e Beati

Domenica 15 ottobre 2017: Assemblea Diocesana e chiusura ufficiale del percorso sinodale
01 Lug 2017 08:59Domenica 15 ottobre 2017: Assemblea Diocesana e chiusura ufficiale del percorso sinodale

Domenica 15 ottobre 2017 alle ore 15.30, nella Basilica Cattedrale di Spoleto, si terrà l’Assembla Diocesana, importante evento ecclesiale all’inizio del nuovo anno pastorale: Vescovo, preti, religiosi, religiose e laici renderanno grazie a Dio per quanto vissuto e chiederanno la grazia e la forza di vivere il presente con passione per saper abbracciare il futuro con speranza. L’Assemblea di quest’anno è l’occasione per concludere ufficialmente il percorso sinodale celebrato nell’anno pastorale 2016-2017. Mons. Boccardo nel periodo estivo ha fatto proprie le riflessioni e le [ ... ]

Leggi tutto

Brevi dall'Archidiocesi

«Appena giunto ad Amatrice (il 24 agosto 2016, ndr) la prima persona che ho incontrato è stata Valerio. Da circa un mese faceva il fornaio in questa comunità, dove si era trasferito con la moglie e i suoi due figli. Non lo conoscevo. Mi si accosta. Lo abbraccio. Cento metri e dietro un angolo scorgo dei sacchi con dentro delle persone morte. Valerio mi si avvicina e mi dice: “Questa è mia moglie e questo mio figlio e la piccolina”. Non ho detto nulla. Mi sono abbracciato Valerio e abbiamo pianto. La solidarietà che sprigiona il terremoto sta in questo azzeramento delle distanze e dei pregiudizi. Pensavo a che cosa avrei dovuto fare o dire, ma le persone e le situazioni ti vengono incontro. E basta non ritrarsi che t’investono. La solidarietà nasce così, semplicemente. Basta non distrarsi».

Foto-gallery incontro con mons. Salvatore Fisichella / Foto-gallery incontro mons. Francesco Cavina / Foto-gallery intervento mons. Domenico Pompili / Intervento mons. Salvatore Fisichella [audio]

La Chiesa di Spoleto-Norcia ferita dal terremoto si appresta a celebrare la festa liturgica di chi è invocato quale protettore dalle calamità naturali, tra cui appunto gli eventi sismici: S. Ponziano, patrono della Città di Spoleto e dell’intera Archidiocesi. Si inizia con il triduo di preparazione incentrato su delle riflessioni teologiche inerenti il terremoto che ha distrutto case, chiese e paesi della Valnerina e dello Spoletino. Il triduo si terrà presso la palestra del Sacro Cuore in Spoleto alla presenza della reliquia di S. Ponziano.

Venerdì 6 gennaio 2017, solennità dell’Epifania del Signore, l’Arcivescovo ha presieduto la Messa nella chiesa di S. Giovanni Battista in S. Giovanni di Baiano di Spoleto per il conferimento dell’Accolitato al seminarista Bartolomeo Gladson, che svolge il suo servizio pastorale di avvicinamento al sacerdozio nella parrocchia di Baiano guidata da don Canzio Scarabottini e don Alessio Kononv. “L’accolito è istituito per aiutare il diacono e per fare da ministro al sacerdote. È dunque suo compito curare il servizio dell’altare, aiutare il diacono e il sacerdote nelle azioni liturgiche, specialmente nella celebrazione della santa Messa” (Paolo VI, Lettera apostolica Ministeria quaedam). Alla celebrazione erano presenti gli altri seminaristi della Diocesi (in totale sono sei, ndr) e diversi fedeli.

«Io suor Marianna Gorecho…faccio voto a Dio per tutta la vita di conversione dei miei costumi, nell’obbedienza, nella castità, nella povertà e nella stabilità secondo la Regola di S. Benedetto». Con queste parole venerdì 30 dicembre scorso, in una solenne concelebrazione eucaristica presieduta dall’arcivescovo di Spoleto-Norcia mons. Renato Boccardo nella chiesa parrocchiale di Castel Ritaldi, suor Marianna, di origini filippine, ha emesso la professione solenne tra le Benedettine Celestine del monastero di Santa Caterina in Castel Ritaldi, delle quali è priora madre Emanuela Peschechera.

«La grande caratteristica di papa Francesco è che riesce a far capire bene alla gente che Dio vuole bene a tutti, che non esclude nessuno, nemmeno chi vive situazioni sbagliate e tristi». Sono parole che padre Federico Lombardi, il gesuita che fino all’estate scorsa ha diretto la Sala Stampa della Santa Sede, ha pronunciato a Spoleto, nella chiesa di Santa Rita, giovedì 15 dicembre scorso, intervenendo all’iniziativa culturale dell’Archidiocesi “Dialoghi in città”. Accolto dall’arcivescovo Renato Boccardo e da un discreto numero di persone, padre Lombardi ha delineato alcune questioni che stanno molto a cuore al Papa e che ne determinano parole e azioni.

Mamme e papà in tempo di gender”. È stato questo il tema del secondo dei “Dialoghi in città”, edizione autunnale 2016, che si è tenuto giovedì 17 novembre nella parrocchiale di Santa Rita  a Spoleto. Relatrice è stata la prof.ssa Assuntina Morresi  Presidente del Corso di Studio Magistrale in Biotecnologie Molecolari e Industriali all’Università degli Studi di Perugia. L’arcivescovo Renato nel saluto iniziale ha evidenziato come il tema della serata sia «un terremoto molto più raffinato rispetto a quello che ha ferito la nostra Chiesa diocesana. Queste teorie cercano di smontare dall’interno le persone, vogliono cambiare il nostro stare al mondo. Siamo qui come comunità cristiana per capire meglio queste dinamiche al fine di contribuire, nel nostro piccolo, a difendere l’umanità». 

Canale twitter Arcivescovo

ArcivescovoSpo RT @stefadibel77: #Siena per #Norcia @EnjoySiena @ArcivescovoSpo prenotazioni opasiena@operalaboratori.com 0577286300 https://t.co/2YAhgU
ArcivescovoSpo L'ottimismo che nasce dalla fede è quello che manifesta san Paolo dicendo che "il dono di grazia" datoci è più grande del nostro peccato
ArcivescovoSpo "il Signore è al nostro fianco" e non ci abbandona mai #vicinanza #paternità #fraternità
ArcivescovoSpo Il Maestro invita tutti noi, discepoli di Gesù, a non aver paura in qualunque missione il Signore ci affidi
ArcivescovoSpo Attraverso l'Eucaristia, Cristo ci raduna in un'assemblea di fraternità e di salvezza, che è attratta verso la pienezza del mistero di Dio
ArcivescovoSpo Non si può dimenticare chi ha condotto per mano lungo il cammino (Mosè), chi dimentica butta via la vita e perde l'ottica della Comunione
ArcivescovoSpo Tutti noi abbiamo essenziale bisogno di sostegno e nutrimento d'amore: è necessario farne MEMORIALE.
ArcivescovoSpo La vita è troppo dura e difficile per l'essere umano che pensa di poter fare a meno di Dio #fede #aiuto

Bibbia e Almanacco

Media diocesani

  1. Photo Gallery
  2. Ultimi video
  3. Il Risveglio News
  4. Web TG

Guarda tutti i video